Contenuto riservato agli abbonati

Cinque milioni per pulire il Cordevole e gli affluenti

I Forestali sono al lavoro per evitare che il torrente esondi in caso di emergenza. È una corsa contro il tempo per liberare l’alveo da decine di metri cubi di legname



Il Cordevole è un cantiere a cielo aperto, dove è in atto una corsa contro il tempo per liberare l’alveo da decine di migliaia di metri cubi di detriti e di legname che costituirebbero una serie di pericolose dighe in caso di precipitazioni abbondanti e di ondate d’acqua dall’Alto Cordevole. Tra il torrente e i suoi affluenti l’impegno di spesa è di poco meno di 5 milioni di euro.


«I servizi forestali stanno facendo l’impossibile per mettere in sicurezza il corso d’acqua per evitare che esondi in caso di emergenza», afferma l’assessore regionale alla protezione civile Gianpaolo Bottacin.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Un F-35 della Marina inglese non riesce a decollare dalla portaerei e si schianta in mare

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi