Brucia rifiuti nel prato e finisce in tribunale

SANTA GIUSTINA. Brucia rifiuti in un prato. La santagiustinese M.T.P. è in tribunale con l’accusa di attività di gestione di rifiuti non autorizzata e combustione illecita di rifiuti. La donna, che è difesa dall’avvocato Zallot, ha raccontato in aula la sua versione dei fatti, non senza qualche difficoltà.

La sua famiglia è proprietaria di un’area di servizio e, all’interno di una stalla con il tetto pericolante, erano stoccati dei rifiuti, accanto a delle macchine agricole. Sono stati spostati all’esterno e qui sarebbero stati dati alle fiamme. L’imputata ha escluso di aver bruciato rifiuti nel suo prato, semmai ha dato fuoco a delle sterpaglie, in maniera peraltro del tutto lecita.


Il giudice Feletto e il pubblico ministero Rossi hanno preso nota: rinvio alle 15.30 del 4 aprile. —

G.S.

Video del giorno

Quirinale, la rabbia di Renzi contro il centrodestra: "Sono irresponsabili, basta bambinate"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi