Omologate altre 15 piazzole per i controlli con l’autovelox

In attesa della sentenza della Cassazione sullo Scout speed prosegue l’attività di prevenzione e contrasto della velocità

Omologate, tabellate e pienamente operative. La polizia locale di Feltre tiene fede all’impegno di allargare la rete dei controlli per la prevenzione dell’alta velocità e in questi giorni sta testando quindici nuove piazzole dove le pattuglie possono posizionare lo scout speed in modalità fissa per registrare e sanzionare chi eventualmente supera il limite di velocità, fissato a 50 chilometri orari in tredici piazzole e 60 nelle due lungo il Casonetto, una in entrata e una in uscita dalla città.

«Abbiamo completato l’allestimento delle piazzole», commenta il comandante della polizia locale Filiberto Facchin, «nelle quali la segnaletica che avverte del controllo elettronico della velocità è ben visibile e soprattutto l’auto di servizio è a fianco della carreggiata, altrettanto ben visibile. Nessun intento punitivo quindi nei confronti degli automobilisti quanto piuttosto la volontà di fare prevenzione».


E la cassazione?

Le tredici piazzole all’interno del centro abitato sono segnalate dal segnale di colore bianco, mentre le due al Casonetto, in quanto fuori dal centro abitato, sono di colore azzurro. L’operazione ha richiesto un periodo più lungo rispetto a quanto preventivato, perché oltre ai danni provocato dall’uragano è stato necessario ordinare e posizionate tutta la segnaletica stradale e poi c’è sempre qualche inghippo burocratico che si mette di mezzo. D’altra parte, in attesa che la Cassazione sciolga una volta per tutte la questione sull’uso legittimo o meno dello scout speed utilizzato in modalità dinamica – cioè a bordo dell’auto di servizio in movimento – allestire nuove piazzole era l’unico modo per dare seguito all’obiettivo dell’amministrazione comunale di contrastare chi esagera con la velocità mettendo a repentaglio se stesso e gli altri utenti della strada. Per ora la suprema corte non si è ancora espressa ed è stato proprio il Comune di Feltre a sollecitare la decisione vista la giurisprudenza finora non univoca sull’argomento.

Le nuove piazzole

Le nuove postazioni si vanno ad aggiungere a quelle lungo via Nuova e alla Chiusa, tutte nella zona di Anzù che gli automobilisti già ben conoscono. Le uniche due con limite di velocità a 60 all’ora sono al Casonetto (in uscita poco dopo il negozio di coppe e trofei Polla e in entrata nei pressi della fermata dell’autobus).

Ecco l’elenco delle altre: via Culiada (in entrata a Feltre più o meno all’altezza del bar Sveglia e in uscita a 100 metri circa dall’ex pub Peter Pan), via Cavalieri di Vittorio Veneto (zona autolavaggio zona industriale in direzione Feltre), via Calzamatta (in entrata direzione Feltre), località Sant’Anna (vicino la piazzola ecologica in direzione da Feltre verso Foen e nella zona del distributore di carburante per chi viaggia in direzione Feltre), via Facina (subito dopo l’abitato di Foen per chi va in direzione Cesio e di fronte al panificio di Foen per chi viene verso Feltre), Panoramica (poco prima dell’entrata al campus per chi viaggia in direzione stazione ferroviaria e vicino alla fermata Dolomitibus per chi va in direzione Pasquer), via Luni (lungo la strada da Anzù a Villapaiera poco prima dell’ingresso nel paese ), Nemeggio (lungo il rettilineo poco prima del sottopasso).

Revisioni e rc auto

Proseguono sempre, infine, i controlli con doppia pattuglia per verificare se i veicoli sono in regola con la copertura assicurativa e la revisione ed eventualmente contestare l’infrazione. —


 

Video del giorno

Belluno, ecco come funziona il visore che permette ai ciechi di leggere

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi