In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Doppia truffa del resto due romeni in tribunale

G.S.
1 minuto di lettura

SEDICO. Due truffe del resto in pochi minuti. I romeni Sorin Crecea e Renata Birzan le avrebbero messe a segno prima in un’edicola con tabaccheria di Sedico e poi nella vicina farmacia.

Entrambi i negozianti sono stati sentiti in tribunale e hanno spiegato di aver venduto a due persone, rispettivamente una ricarica telefonica da 5 euro e una confezione di pastiglie per il mal di testa del valore analogo.

Il pagamento è avvenuto con banconote da 100 euro, dopo di che è scattato il solito meccanismo: confusione, favorita anche dalla giornata di mercato, e richiesta da parte del cliente di un pezzo supplementare da 50.

Ma non è finita così. C’è stata una telefonata ai carabinieri, che hanno avuto anche la fortuna di incrociare sulla statale 50 una Opel Vectra con targa francese che li ha insospettiti. La macchina è stata fermata e gli occupanti, un uomo e una donna, sono stati perquisiti grazie anche all’arrivo di un agente donna della polizia locale. È spuntata la carta prepagata, ma non solo quella. I due avevano addosso quattro banconote da 50, sei da 20 e due da 5.

I militari hanno subito pensato che di truffe con le stesse modalità ne fossero state messe a segno diverse. Intanto hanno deferito all’autorità giudiziaria Crecea e Birzan, che dovranno aspettare fino al 29 gennaio per la sentenza. —

G.S.



I commenti dei lettori