Perché il nome “Alberi di mango”? La ragione sta in una bella storia

Perché il nome “Alberi di mango”? La cooperativa ha un nome inconsueto, anche perché alberi di mango in montagna non si sono mai visti; ma la ragione sta in una bella storia. «Un uomo di avanzata età stava chino, seminando semi di mango. Si avvicinò un altro uomo che gli chiese: perché semini una pianta di mango se non ne mangerai i frutti? L’anziano si girò e disse: io in questa vita ho goduto dei frutti che i miei avi mi hanno lasciato, ora so che devo piantare alberi perché chi verrà dopo di me possa mangiarne come io ne ho mangiato fin’ora».

«È questo che dobbiamo alle generazioni future, ai nostri figli ai nostri nipoti, a noi stessi. Cose preziose come il tempo», sottolinea Anna Menia, «e come la voglia di fare sono sempre state la forza dei nostri paesi, ora abbiamo la possibilità di contribuire e fare davvero comunità in modo continuativo ed efficace».


Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi