Aumentano i pazienti allergici Visite già oltre quota 400

Il dato è aggiornato a metà luglio e indica un’alta presenza di persone da fuori Usl Il rischio maggiore è legato agli effetti delle punture di api, vespe e calabroni