Cabinovia Col Drusciè: affidato l’incarico per la direzione lavori

CORTINA. Affidato l’incarico per direzione lavori, contabilità e coordinamento della sicurezza della nuova cabinovia Cortina–Col Drusciè e per il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dell’intervento di miglioramento dell’accessibilità a ski-area e finish-area di Col Drusciè. La Provincia di Belluno, stazione appaltante anche per le opere dei Mondiali 2021, ha affidato l’incarico al raggruppamento temporaneo di impresa formato dal mandatario Its Srl con sede a Pieve di Soligo (TV) e mandanti Altevie srl società di ingegneria con sede a L’Aquila; Studio associato Giuppani con domicilio professionale a Sondrio; geologoNicola Saviane con domicilio professionale a Villorba (TV). Alla gara avevano partecipato cinque ditte, ne sono state ammesse quattro, e l’offerta migliore è risultata quella del gruppo guidato da Its per un importo complessivo di 359.718, 53 euro.

I lavori per realizzare la nuova cabinovia, inserita nel piano delle infrastrutture per i Mondiali, sono già in corso. Le società Tofana e Leitner stanno creando una nuova cabinovia e rinnovando completamente la stazione di partenza che si trova dietro l’Olimpico. La vecchia stazione è stata demolita. Si sta lavorando per costruire la nuova stazione intermedia a Colfiere e sono state gettate le basi in calcestruzzo su cui saranno issati i sostegni delle funi. A opera conclusa ci saranno una nuova stazione di partenza con area bar, un moderno deposito sci e una nuova area biglietteria, come pure nuovi uffici e alloggi del personale. Gli sciatori transiteranno per la nuova stazione di partenza e saliranno su una cabinovia di nuova concezione, le cui vetture hanno una capienza di 10 persone e permettono di raggiungere la portata massima di 1. 800 persone l’ora rispetto alle 600 della funivia attuale. L’iniziativa è portata avanti con la formula del partenariato pubblico privato. È previsto un contributo pubblico, finanziato dal Governo (da erogarsi a stato avanzamento lavori), di 7.500.000 euro. Il contributo contribuisce alla copertura di una quota del costo totale (circa 22 milioni) e quindi anche della valorizzazione dei cespiti esistenti, dei costi di progettazione e delle somme per funzioni amministrative relative ad aggiudicazione della concessione, direzione lavori e collaudi. —


A.S.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Un fiume di grandine e pioggia lungo la via del paese in Valceno (Parma)

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi