Scritta contro la polizia Fratelli d’Italia sdegnati

BELLUNO. Scritta contro il lavoro e le forze di polizia in via Sottocastello. Lo slogan di colore blu è corredato dalla A cerchiata dell’anarchia e dal simbolo dei centri sociali occupati e non è passato inosservato né tra i passanti né tra le forze politiche. In particolare, Fratelli d’Italia ha subito espresso sdegno, candidandosi a rimuovere non solo questa scritta, ma anche tutte le altre che deturpano ormai molti dei muri del centro storico cittadino: «Vigliacchi insulti e istigazione a compiere un vile atto contro le nostre forze dell'ordine», sottolinea Alessandro Farina, responsabile provinciale della Consulta forze armate e sicurezza di Fratelli d’Italia Belluno-Dolomiti.

I rappresentanti del partito si dichiarano pronti in qualsiasi momento a ripulire ogni muro, ogni facciata di edifici e porticati della città dalle scritte che deturpano e offendono il decoro urbano: «Polizia, Carabinieri, Guardia di finanza Polizia penitenziaria e Polizia municipale sono corpi alimentati da uomini e donne, che ogni singolo giorno mettono a repentaglio la propria vita per adempiere con disciplina e onore al proprio dovere per la difesa della nostra nazione e la salvaguardia delle libere istituzioni: «La vicinanza di Fratelli d’Italia Belluno-Dolomiti e la mia particolare, sia come responsabile della Consulta, sia come militare» conclude Farina in una nota. —


G.S.



Pizza con farina di grano saraceno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi