Violentata sul lavoro il collega la smentisce «Il molestato sono io»