L’Usl si scusa: «Nuovo appuntamento per il bimbo epilettico»

Resta il problema della mancanza di neurologi infantili: «Al concorso non si sono presentati candidati»