Feltre. Alpini derubati di 4.000 euro ma sul furto è mistero fitto

Colpo nella sede di via Mezzaterra Ieri mattina alla riapertura del lunedì gli addetti hanno trovato tutto in ordine. All’appello mancava solamente la cassetta di metallo che conteneva il denaro  

FELTRE. Sono andati ieri mattina a riaprire la sede di via Mezzaterra come tutti i lunedì mattina. All’interno tutto in ordine e un’unica grande assente: la cassetta metallica nella quale erano custoditi quattromila euro in contanti. Davvero una brutta sorpresa per gli alpini della sezione di Feltre, che hanno denunciato il furto ai carabinieri. La sezione era stata chiusa alle 10,30 di sabato e nel fine settimana nessuno ci avrebbe dovuto mettere piede.

Un furto avvolto nel mistero, che lascia aperte tutte le ipotesi compresa quella – ed è ciò che spaventa di più – che il furto possa essere stato messo a segno da qualcuno che frequenta la sede o comunque ne conosce i meccanismi. Per le penne nere è un’ipotesi dura solo da pensare, ma sono davvero tante le stranezze legate al colpo, a cominciare dal fatto che stamattina all’apertura non sono stati notati segni di effrazione, la sede non era in disordine e di fatto mancava solo la cassetta oggetto del furto.


Ieri, per tutto il giorno i telefoni dei vertici sezionali non hanno risposto alle chiamate, sintomo del grande imbarazzo in cui si trova chi fa dei valori alpini la propria linea guida e non può credere che qualcun altro che indossa il cappello alpino o che condivide quegli stessi valori possa avere compiuto un gesto simile.

I soldi tenuti in sezione erano probabilmente frutto della campagna di tesseramento per il 2020 in pieno svolgimento oppure di qualche raccolta fondi che le penne nere svolgono ciclicamente per destinarli poi a chi ha bisogno. Nella sede, tra l’altro, è presente una cassaforte a muro con combinazione. Al momento non è dato sapere se sia stata usata o meno per custodire la cassetta con i contanti. —


 

Video del giorno

Pellegrini e Montano, campioni che smettono. Lo psicologo dello sport: "Persone, non solo atleti"

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi