Innovazione e sostenibilità: Enel “sposa” la Fondazione

Il direttore Carlo Tamburi: «Lavoriamo per lo sviluppo della rete di distribuzione. Un impegno che va oltre l’evento e che resterà a beneficio dell’intero Bellunese»

CORTINA

Innovazione e sostenibilità: questi i concetti alla base delle iniziative che Enel, in qualità di partner della Fondazione Cortina 2021, sta mettendo in campo nella Conca. Carlo Tamburi, direttore di Enel Italia, ha partecipato all’inaugurazione della cabinovia di Col Drusciè.


«L’evento di Cortina», ha detto, «è stato l’occasione per fare il punto sulle attività previste, che rappresentano il grande impegno dell’azienda a favore di un importante appuntamento sportivo e del territorio bellunese in generale. Le attività non solo stanno procedendo secondo la tabella di marcia ma in alcuni casi sono persino in anticipo. Lo sviluppo della rete di distribuzione di energia elettrica e delle infrastrutture di ricarica sono strumentali alla promozione di un contesto più sostenibile, aspetto che rappresenta uno dei driver principali di Cortina 2021. Parallelamente a questi aspetti stiamo fornendo il nostro supporto per promuovere e diffondere la diffusione della cultura dell’efficienza energetica e della sostenibilità applicata in ogni ambito, sia pubblico e sia privato, nonché alle attività ricettive e agli impianti sportivi».

E-distribuzione, la società del gruppo Enel per la gestione della rete di media e bassa tensione, ha previsto nel Bellunese interventi per lo sviluppo della infrastruttura elettrica e dell’innovazione tecnologica applicata alla gestione delle reti, così da rendere disponibile una maggiore quantità di energia e soprattutto di migliorare la qualità e la continuità del servizio ai cittadini e alle imprese.

«Da un punto di vista infrastrutturale», rivela Tamburi, «è già stata completata la posa di 28 dei 54 km di nuove linee di media tensione che andranno a consolidare ulteriormente le dorsali principali della rete elettrica. Anche nelle scorse settimane sono proseguite le attività necessarie alla posa di 1000 m di cavo interrato propedeutici al successivo spostamento dell’attuale linea elettrica che interferisce con i lavori di realizzazione della finish area a Rumerlo. Contestualmente E-distribuzione sta portando a conclusione il potenziamento della cabina primaria di Zuel, in grado di assicurare un miglior livello di interconnessione degli impianti, per la quale sono state adottate tecnologie in grado di garantire un servizio elettrico di eccellenza e di incrementare la resilienza della rete, anche in emergenza».

Gli interventi di sviluppo e restyling della rete hanno riguardato anche le cosiddette cabine secondarie, ovvero i nodi di smistamento da cui partono le diverse linee che raggiungono ogni cliente. In questo caso E-distribuzione ha provveduto ad installare sistemi avanzati di automazione su 22 impianti; a regime saranno 56.

«L’innovazione tecnologica», conclude Tamburi, «ha inoltre raggiunto abitazioni e attività commerciali di Cortina: sono infatti 10. 600 gli open meter, contatori elettronici di seconda generazione già installati. In aggiunta ai servizi di telelettura e telegestione disponibili già con gli attuali apparecchi, il contatore intelligente 2. 0 offrirà ai clienti informazioni sempre più puntuali per il monitoraggio dei consumi e consentirà di abilitare i servizi innovativi di domotica, la cosiddetta smart home». —


 

Carciofi crudi, pere e gorgonzola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi