Tunnel della Pala Rossa: manca ancora l’accordo con i “vicini” trentini

Dopo la notizia degli otto milioni che arrivano dall'Anas, la puntualizzazione di Sovramonte

SOVRAMONTE

Manca ancora la convenzione redatta e sottoscritta dalla Provincia autonoma di Trento per dare inizio ai lavori per la galleria della Pala Rossa. . È quanto sottolinea il sindaco di Sovramonte, Federico Dalla Torre: fino a quando non ci sarà questo passaggio, tutt’altro che informale e di secondaria importanza, di Pala Rossa si può continuare a parlare ma i cantieri rimarranno ancora lontani.

Nella riclassificazione delle strade regionali che passano all’Anas, per l’anno in corso saranno finanziati appunto lavori sulla 50 del Grappa e passo Rolle. E da Anas arriveranno otto milioni di euro per la realizzazione della galleria. Ma sono mesi che i partner di questa progettualità, cioè Regione e provincia di Belluno attendono la convenzione da Trento. Senza questo atto, nonostante il progetto sia esecutivo, non può partire la gara, evidenzia Federico Dalla Torre.

Il progetto è esecutivo dal 31 dicembre 2018 con tutte le autorizzazioni degli enti preposti. Ma manca l’ultimo tassello. Anche per confermare i soldi e verificare che restino quelli pattuiti. Ovvero 8 milioni dai Fondi dei comuni di confine, tre milioni dalla Regione Veneto attraverso Anas e nove milioni della Provincia autonoma di Trento.

Sono mesi, puntualizza Dalla Torre, che si sta con il fiato sul collo agli uffici di Trento, cercando l’intermediazione del Primiero. Così al momento i conti si fanno teoricamente, ma non si possono aprire i cantieri.

Eppure pareva cosa fatta già alla fine del 2018 quando il progetto per la realizzazione della galleria Pala Rossa, che risolverà in maniera definitiva il nodo critico del collegamento Feltrino-Primiero, era stato presentato in commissione tecnica provinciale da Veneto Strade.

Si sarebbe dovuti andare a gara per l’assegnazione dell’incarico, un anno e mezzo fa, e dall’inizio dei lavori alla riconsegna dell’opera si sarebbero stimati solo sedici mesi. Nel frattempo si sono acquisite le autorizzazioni che formalmente ancora mancavano.

Adesso manca solo la convenzione finale per poter dare il via alla realizzazione della galleria lunga poco meno di un chilometro, per un costo di 20 milioni di euro. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Video del giorno

Dopo l'eruzione del vulcano sottomarino, a Tonga le onde colpiscono la costa

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi