Feltre, aiuti a imprese e famiglie: via libera all’unanimità

Parcheggi gratis per un’ora, plateatici ampliati a costo zero, fondi per le bollette. Il consiglio comunale unito vara il provvedimento da mezzo milione di euro

FELTRE

Approvato all’unanimità il piano di interventi da 500 mila euro per aiutare i cittadini e le attività produttive, in risposta alla crisi socio-economica che è seguita all’emergenza sanitaria per il coronavirus.


Il consiglio comunale ieri ha varato l’ordine del giorno contenente una serie di misure di defiscalizzazione e altre azioni individuate dalla conferenza dei capigruppo con l’obiettivo di rimettere in moto la città messa in ginocchio dopo più di due mesi di lockdown.

Da lunedì fino a ottobre, così, si potrà parcheggiare gratis per un’ora nelle linee blu, con l’indicazione dell’inizio della sosta tramite disco orario. Si tratta di un provvedimento che non va direttamente a sostengo delle attività economiche, ma che vuole incentivare l’attrattività in città per i prossimi mesi. Dal punto di vista economico, rinunciare all’introito della prima ora dei parcometri in questo periodo, per il Comune vale 160 mila euro.

Il piano di defiscalizzazione per le attività produttive prevede invece l’esenzione della parte variabile della tassa sui rifiuti almeno per i mesi di marzo, aprile e maggio (una partita che vale 135 mila euro), l’esenzione dal pagamento della tassa per l’occupazione del suolo pubblico da marzo a ottobre (per le casse municipali si parla di 80 mila euro) e dal pagamento dell’imposta sulla pubblicità da marzo a giugno (60 mila euro).

In più, viene autorizzato l’ampliamento a costo zero dei plateatici ai bar e ristoranti. In venti lo hanno già ottenuto, ma non sono stati gli unici a chiederlo, perché c’è la domanda di un negozio di abbigliamento per accogliere i clienti, visto che gli ingressi sono contingentati.

Si valuta quindi di estendere la possibilità di concedere lo spazio esterno anche ad altri esercizi commerciali. Il Comune inoltre sta concordando con le associazioni di categoria l’ampliamento degli orari di apertura di parrucchieri, estetisti, saloni di bellezza.

«Aggiungo il grandissimo lavoro fatto per la riorganizzazione del mercato», interviene l’assessore al commercio Irma Visalli.

Per andare incontro ai cittadini in difficoltà, viene dato mandato all’Azienda Feltrina di rispondere alle richieste di aiuto economico che le perverranno, per esempio per il pagamento di bollette e canoni di locazione (sono stimati 100 mila euro di maggiori aiuti per i servizi sociali). Voltando pagina, viene posticipato dal 15 giugno al 31 agosto il termine per il versamento dell’acconto Imu.

«Queste misure sono certe», sottolinea il sindaco Paolo Perenzin, mettendo l’accento sul lavoro portato avanti insieme da maggioranza e minoranza. Concetto espresso da tutti i consiglieri.

«Abbiamo steso un documento che contenesse un primo pacchetto di misure urgenti e il fattore tempo era determinante», dice il presidente del consiglio Manuel Sacchet. «Il lavoro della conferenza dei capigruppo proseguirà».

Il Comune lavorerà anche sull’idea che riguarda l’impiego di locali inutilizzati come spazio ulteriore per il servizio di ristorazione e bar, magari non contigui a chi li richiede, ma che si trovano a poca distanza. —


 

Video del giorno

Pellegrini nella leggenda: tutte le finali e i look di Federica da Atene 2004 a Tokyo 2020

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi