Cade in moto, si rialza da solo poi l’infarto: muore un 79 enne

Giuseppe De Pretto con la sua Kawasaki Ninja 900 non aveva ferite di rilievo. Poco prima del malore si è tolto guanti e casco rassicurando chi gli stava intorno

FONZASO

Dopo la caduta con la moto, si è alzato da solo, si è tolto casco e guanti e ha rassicurato le persone che si erano fermate per verificare se stesse bene raccontando anche la dinamica dell’incidente. Pochi minuti dopo, improvvisamente, il motociclista è crollato a terra esanime e da quel momento non c’è stato più nulla da fare. Inutili i tentativi di rianimarlo e la corsa all’ospedale di Feltre dove i medici del pronto soccorso non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Incidente tutto sommato banale ieri mattina nella galleria di Pedesalto, ma con un finale drammatico. È morto così Giuseppe De Pretto, 79 anni, nativo della provincia di Vicenza e residente a Bolzano che ha vissuto fino all’ultimo minuto la sua passione per la motocicletta in sella alla sua potente Kawasaki Ninja 900.


L’incidente è avvenuto alle 11,30 circa: il traffico procede lentamente lungo la Sr 50 che collega il Feltrino al Primiero. Il cielo sereno mette voglia di fare una gita e così il traffico è piuttosto sostenuto. Nella colonna che sta scendendo verso il Feltrino c’è anche il 79 enne a bordo della sua moto. Quando si trova più o meno a metà della galleria di Pedesalto, la colonna di veicoli rallenta bruscamente, l’anziano centauro inchioda, perde il controllo della moto e si ribalta. La velocità non è elevata tant’è che nemmeno la moto riporta gravi danni. De Pretto avrebbe fatto volentieri meno di quella caduta, ma è lui stesso a rimettersi sulle proprie gambe, mentre qualche automobilista e altri motociclisti si fermano per verificare le sue condizioni.

Il 79 enne è certamente scosso dall’accaduto, ma si toglie il casco e i guanti e trova il tempo per scambiare qualche parola con i primi improvvisati soccorritori raccontando loro dell’accaduto, di quel rallentamento improvviso della colonna che l’ha messo in difficoltà facendolo cadere. Insomma, il peggio sembra già alle spalle. Poi, di colpo, l’uomo crolla al suolo. I soccorsi, già chiamati al momento dell’incidente, sono per strada e raggiungono l’interno della galleria di Pedesalto. L’ambulanza del pronto soccorso di Feltre, i vigili del fuoco del distaccamento di Feltre e una pattuglia dei carabinieri di Feltre per eseguire i rilievi.

Il personale sanitario presente interviene con il rianimatore automatico, poi il viaggio verso l’ospedale di Feltre Le pratiche rianimatorie proseguono fino al Santa Maria del Prato, ma per l’anziano centauro non c’è niente da fare. Due le cause più probabili: una commozione cerebrale che si è manifestata a scoppio ritardato rispetto al momento dell’incidente, oppure un infarto. Ed è questa seconda ipotesi la più accreditata. Solo l’eventuale approfondimento degli esami potrà comunque chiarire la causa. Di sicuro si è trattato di un incidente autonomo che non ha coinvolto nessun altro veicolo in transito nella galleria in quel momento. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Pizza con farina di grano saraceno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi