Partiti otto cantieri per mettere al sicuro l'abitato di Alverà

Ieri il sopralluogo della Regione e del Comune di Cortina: i lavori valgono 15 milioni di euro

CORTINA

Otto cantieri aperti ad Alverà e i lavori procedono spediti. L’assessore regionale alla Difesa del suolo, Gianpaolo Bottacin, ha effettuato un sopralluogo assieme al sindaco Gianpietro Ghedina, il vice Luigi Alverà e i tecnici impegnati nell’opera per la riduzione del dissesto idrogeologico e dei pericoli ad esso collegati nell’abitato ampezzano.


A Cortina, la Regione ha 16 opere in corso per un valore complessivo di 15 milioni di euro, opere pensate per mettere in sicurezza molte aree tramite l’Unità organizzativa Forestale regionale, il Genio Civile e Veneto Strade. «La zona di Alverà», dichiara Bottacin, «con otto cantieri rappresenta una parte importante dei lavori previsti a Cortina. Innanzitutto il cantiere a monte dell’abitato: qui, con una spesa di 350 mila euro, abbiamo realizzato, tramite la nostra Unità organizzativa Forestale, sette briglie in massi legati con funi di acciaio a uno scheletro in cemento armato e altri 100 metri di scogliera legata con funi in acciaio nei due corsi sommitali. Sempre a monte dell’abitato di Alverà, sta invece procedendo a spron battuto il cantiere relativo alla realizzazione della briglia a pettine, della briglia selettiva e della controbriglia per un valore di 1,2 milioni di euro. Abbiamo poi in essere un intervento necessario per l’adeguamento della canalizzazione nel tratto di attraversamento dell’abitato, del valore di 1,4 milioni di euro, relativamente al quale abbiamo completato le paratie in destra e sinistra idrografica e gettato il cordolo destro. Sempre dell’ambito di questo appalto, abbiamo invece completato lo scorso sabato un primo intervento urgente di messa in sicurezza del ponte sulla regionale che conduce a Misurina. Ora proseguiamo con la realizzazione dei micropali a monte del ponte in destra e sinistra idrografica e al consolidamento con malta di sacrificio e iniezioni sulle murature arginali esistenti».

Gli uffici amministrativi nelle scorse settimane hanno poi completato le procedure di gara di un altro podoreso intervento, anche questo del valore di 1,4 milioni di euro. «Sono in atto le ultime verifiche dei requisiti», rivela Bottacin, «probabilmente già a inizio della prossima settimana dovrebbe esserci la consegna dei lavori, che consentiranno di realizzare un’altra opera selettiva lunga circa 80 metri nei pressi della Malga Larieto, consolidando in continuità l’alveo del Bigontina fino a lago Scin, con soglie in massi legati con funi d’acciaio a uno scheletro in cemento armato, posa di scogliere e rifacimento del ponte di Pecosta, che contiamo di concludere entro l’anno».

In fase di appalto, sempre per Alverà, ci sono poi gli interventi, del valore di 600 mila euro: serviranno per il completamento del rifacimento delle arginature nell’attraversamento di Alverà. «È in fase di progettazione la sistemazione e il consolidamento dei versanti del bacino d’invaso della costruenda briglia selettiva a monte di Alverà», conclude, «e la realizzazione di una briglia a pettine sopra il ponte del Lago Scin, il cui rifacimento, già appaltato da Veneto Strade (per un importo di 850 mila euro), è imminente. A seguire completeremo le opere tra l’abitato di Pecol e la funivia del Faloria. Abbiamo appena concluso la stabilizzazione del versante in frana a monte del lago Scin, intervento da 140 mila euro e stiamo eseguendo, con Veneto Strade i lavori a Rio Gere, del valore di 3,5 milioni di euro».

Soddisfatto e riconoscente si dice dl sindaco Ghedina. «La Regione ha impegnato ingenti risorse, sia umane che economiche, nel nostro territorio», sottolinea, «e ad Alverà già oggi si vede come la situazione sia di gran lunga più sicura. Per agosto sarà terminata anche una grande briglia selettiva che metterà in sicurezza l’abitato. Siamo grati della sensibilità dimostrata dalla Regione per il nostro paese, che è magnifico quanto fragile. Questi interventi sono fondamentali per la sicurezza di chi ci abita». —
 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi