Un passo decisivo per il Fondo Letta: via libera alla Camera

Dopo l’ok dei due rami del Parlamento ora tocca al consiglio dei Ministri firmare il decreto per i bandi

BELLUNO

Passo decisivo, ieri, per la concessione del Fondo Letta, di circa un milione, ai Comuni di confine col Friuli Venezia Giulia. In provincia di Belluno sono quelli di Alpago, Chies d’Alpago, Domegge, Longarone, Lorenzago, Ospitale, Perarolo, Pieve di Cadore, Santo Stefano, Soverzene, Tambre, Vigo di Cadore.


A disposizione di ciascuna comunità più di un milione di euro. Ieri, dunque, è stato approvato in via definitiva dalla Commissione Bilancio della Camera lo schema di decreto del presidente del Consiglio sulle modalità di erogazione delle risorse per il triennio 2018-2021.

L’altro ieri analoga approvazione era avvenuta in Commissione Bilancio del Senato. Il provvedimento ora è nella mani del presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte che dovrà emanare il decreto e consentire di effettuare i bandi a cui potranno accedere i Comuni.

Ne dà comunicazione Roger De Menech, del Pd. I Comuni veneti coinvolti sono 27, ma ci sono pure i 20 Comuni piemontesi sulla frontiera con la Regione Valle d’Aosta.

La modalità di erogazione è attraverso bando, ma le maglie sono abbastanza larghe, ricorda De Menech: «I bandi riguardano investimenti per lo sviluppo economico e sociale e quindi è possibile finanziare sia lavori pubblici su infrastrutture (strade, reti energetiche, ecc. ), sia opere pubbliche quali scuole, edifici, impianti sportivi. I fondi sono destinati ai comuni confinanti, ma nulla vieta a questi di fare progetti di area vasta che comprendano più enti beneficiari ma anche coinvolgendo Comuni non di confine».

«La disponibilità complessiva è di circa 50 milioni di euro, poco più di un milione di euro per ciascun Comune», ricorda De Menech. «Anche queste risorse, dopo quelle messe a disposizione dal governo ai Comuni in via straordinaria per fronteggiare l’emergenza sanitaria, agevoleranno la ripresa economica, soprattutto nelle zone rurali e più lontane dai grandi centri metropolitani finanziando progetti di sviluppo territoriale». —

F.D.M.

Carciofi crudi, pere e gorgonzola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi