In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Case e negozi allagati, gravi danni ad Auronzo

Soccorso una famiglia bloccata da alberi caduti e frane. Problemi anche in valle di Gares

1 minuto di lettura

AURONZO

Una notte di paura ma anche di grandissimo lavoro, quella vissuta ad Auronzo, dopo il violento nubifragio che ha colpito il paese delle Tre Cime, e i vicini comuni di Danta e Santo Stefano di Cadore. Non ci sono persone rimaste ferite e questa è l'unica notizia positiva. Per il resto ci sono moltissimi danni a case e negozi. Sono almeno una trentina le abitazioni allagate.

Le squadre dei vigili del fuoco con 40 operatori e 15 mezzi continuano ad operare anche oggi, giovedì 30 luglio, per togliere gli alberi caduti sulle strade, per pulire dai detriti scantinati e case. Decine gli interventi compiuti durante tutta la notte.

Ad Auronzo è esondato il torrente del Calvario, che ha invaso con le sue acque molte case e anche un negozio di ottica, prima di riversarsi sul centro del paese.

Una famiglia di tre persone è rimasta bloccata lungo la strada provinciale 6 del passo Sant'Antonio sopra Auronzo, a causa della caduta di alberi e di detriti sulla strada. La coppia, con un bambino, è stata raggiunta dai vigili del fuoco e portata al sicuro. Oggi sarà recuperata anche la macchina.

Problemi anche in valle di Gares, Canale d'Agordo, dove è stata evacuata una abitazione con tre persone.

Ad Auronzo in due ore sono caduti oltre 115 mm di pioggia. Questa mattina è stato liberato il tombotto che si era intasato ieri sera e ha provocato le esondazioni. In corso un sopralluogo del geologo della protezione civile regionale. Oltre ai vigili del fuoco e alle forze dell'ordine, sono state attivate anche le squadre della protezione civile sia locale che di altre parti della provincia. Al lavoro anche Veneto Strade.

I commenti dei lettori