In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La Pro loco rilancia e conferma tutti gli eventi autunnali in calendario

Già decisi i correttivi rispettare le norme anti Covid Cecchet: «Più volontari addetti alla sicurezza e niente classifiche nelle gare»

R.C.
2 minuti di lettura

PEDAVENA

Riparte da Pian d’Avena l’attività della Pro loco di Pedavena. Sarà una serata in programma sabato 5 settembre dedicata a Dino Buzzati a tenere a battesimo il calendario delle manifestazioni che l’associazione guidata da Elvio Cecchet ha programmato per l’autunno e l’inverno, consapevole degli accorgimenti che saranno necessari in tema di partecipazione, sicurezza e distanziamento, ma determinati a lanciare un messaggio di positività dopo un’estate nella quale la stragrande maggioranza degli eventi sono saltati. Si ripartirà da Pian d’Avena, dunque, con l’area pic-nic gestita dalla pro loco grazie all’accordo con il Parco Dolomiti Bellunesi, che come altri siti turistici sul territorio ha visto un aumento sostanzioso di presenze, grazie agli ampi spazi a disposizione, alle tavole e ai punti fuoco disponibili e al chiosco gestito dalle volontarie della Pro loco.

«L’area pic-nic di Pian d’Avena resterà aperto fino alla fine di settembre», afferma Elvio Cecchet, «per continuare a dare un servizio quantomai gradito visto che rispetto agli anni passati, in alcune domeniche abbiamo avuto le presenze triplicate e siamo stati costretti a impedire l’accesso a parecchie persone. Molti hanno riscoperto le bellezze dei nostri luoghi, si sono portati a presso una coperta e si sono ritagliato il loro spazio. Chi ha voluto, pagando cinque euro ha avuto a disposizione punti fuoco e tavolate. Un servizio semplice ma che ha riscosso un notevole gradimento».

La Pro loco ha appena diffuso il programma delle iniziative, pieno come sempre, anche se Cecchet sa bene che il taglio e le modalità di svolgimento degli eventi sarà per forza diverso: «Cambia molto per ciò che riguarda gli aspetti legati alla sicurezza. Bisogna essere realisti», afferma il presidente della Pro loco di Pedavena, «e garantire al pubblico di partecipare seguendo le regole dettate dal rischio coronavirus. Dall’altra volevamo inviare un segnale di positività. La vita va avanti e ci si potrà ancora divertire. Basterà seguire degli accorgimenti che abbiamo già in mente».

Più controlli a mercatini e feste, niente classifiche alle gare sportive e un’attenzione particolare alla sicurezza: «Abbiamo già testato durante i mercatini estivi in Birreria i criteri di sicurezza e tutto sommato è andata bene. Alle viste c’è la Festa della Castagna che si svolgerà nelle quattro domeniche di ottobre. Abbiamo già la disponibilità dei volontari che dovranno operare per garantire il distanziamento tra le persone e l’accesso ordinato agli stand. Per fortuna abbiamo ottimi rapporto con il volontariato pedavenese, poi ci sono i carabinieri in congedo e infine abbiamo i nostri volontari».

Gli eventi si svolgeranno soprattutto nel parco della Birreria e in piazza a Pedavena. Poi ci sono manifestazioni speciali come la gara dei Babbi Natale: «Non solo quella», aggiunge Cecchet, «penso alla Corsa della Befana e alla Ciaspalonga del Monte Avena. Cambierà la formula di queste manifestazioni, non lo spirito, almeno è quello che mi auguro. Nessuna classifica, saranno tutte camminate non competitive, ma i premi ci saranno lo stesso, solo che saranno sorteggiati a fine prova tra tutti i partecipanti». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA



I commenti dei lettori