Nasce il “percorso fontane” per valorizzare il territorio

Inaugurato il tracciato che esplora il paese alla scoperta dei luoghi d’acqua A primavera partiranno nuovi progetti per potenziare la sentieristica 

ALANO DI PIAVE

La valorizzazione del territorio alanese inizia con il “percorso fontane”.


Si tratta di un nuovo tragitto permanente di sedici chilometri, ideato dalla Pro loco in collaborazione con l’amministrazione comunale, gli alpini, il Gruppo sportivo e altre associazioni locali, inaugurato ieri mattina piazza Martiri, con una cerimonia che ha visto il taglio del nastro e lo scoprimento della prima freccia segnaletica.

Il percorso ricalca in qualche modo il tradizionale Giro delle fontane, la camminata tra gli angoli più caratteristici di Alano caratterizzati dalla presenza dell’acqua la cui nona edizione avrebbe dovuto svolgersi proprio ieri, ma che a causa della pandemia non è andata in scena. Il percorso offrirà quindi ai visitatori la possibilità di immergersi nella natura di Alano in ogni momento dell’anno, a piedi come in mountain bike.

Il tema di fondo che ha dato il via al progetto, nato nel 2014, è dunque legato all’acqua. «La necessità di tale percorso», ha spiegato il presidente della Pro Loco Diego Dal Bon, «nasce dalla richiesta dei partecipanti di poter percorrere il tracciato anche al di fuori del giorno del Giro delle fontane. Nel 2015 abbiamo presentato formale domanda per la realizzazione, dopo la quale si sono susseguiti incontri di cordinamento».

Un iter lungo, finalmente giunto al termine. «Voglio ricordare», ha poi aggiunto Dal Bon, «che tutti i proventi del Giro delle fontane sono stati e saranno utilizzati per finanziare iniziative sul territorio, sempre improntate sul tema idrico. La prima è stata il recupero della fontana di Colmirano, la seconda la creazione della segnaletica del percorso, un’altra la messa in sicurezza della casetta dell’acqua, della quale, appena riceveremo i finanziamenti, è previsto il restauro con l’obbiettivo di riportarla agli antichi splendori».

Dal Bon ha inoltre colto l’occasione per ricordare che l’acqua è una risorsa fondamentale, da non sprecare, spiegando infine che il percorso fontane è solo l’inizio e che il Consorzio Massiccio del Grappa Orientale, di cui fa parte anche la Pro loco, sta progettando di segnare altri percorsi, che porteranno ad un’ulteriore offerta sentieristica, da fondo valle alle montagne, nella primavera 2021.

«Quando le cose si fanno con entusiasmo e le associazioni del territorio ci credono e ci crediamo tutti quanti, ne deriva un risultato eccezionale per la nostra comunità», è poi intervenuta la sindaca Serenella Bogana, «per cui penso che il percorso fontane sia un valore aggiunto per far conoscere il territorio e per capire al tempo stesso l’importanza dell’acqua come fonte di vita. Ciò che mi fa piacere è la collaborazione fra le associazioni, che è la nostra forza».

Nel finale della cerimonia spazio ai saluti del capogruppo alpini Valentino Rech e del Gruppo sportivo, rappresentato da Claudio Dal Canton, secondo il quale Alano, non possedendo le attrattive di un paese dolomitico, «deve sfruttare ciò che ha e il nuovo percorso possiede delle potenzialità che possono crescere ancora». —



Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi