Denunciata coppia positiva a Tambre, lei passeggia senza mascherina

TAMBRE. Due anziani coniugi escono in passeggiata nonostante siano risultati positivi al Covid e avrebbero dovuto restare chiusi in casa, in quarantena.

È questa la seconda coppia nel giro di quindici giorni che viene multata dai carabinieri perchè trovata fuori di casa nonostante siano positivi al coronavirus: dopo quella di Padola di Comelico, denunciata dai carabinieri di Santo Stefano di Cadore, ieri pomeriggio una pattuglia di carabinieri dell’Alpago ha pizzicato due anziani fuori della loro abitazione.

Si tratta di un ottantenne e di una settantottenne che, verso le 15 di ieri, sono incappati nel controllo di una pattuglia che stava effettuando accertamenti proprio in materia di rispetto delle norme anticovid. Come noto, la mascherina va portata all’aperto, ma le pattuglie non hanno mai smesso di verificare chi è in quarantena.

In questa occasione i carabinieri si trovavano nella zona della località Federa per i controlli. A destare la loro attenzione è stata l’anziana che, senza la mascherina sul volto, dopo essere scesa dall’auto, si è incamminata lungo la strada che procede in direzione di Sant’Anna.

La anziana non si è coperta il volto nonostante ci fossero diverse persone che passeggiavano. I carabiniri l’hanno così avvicinata e le hanno contestato la violazione che si risolve in una multa. Ma un accertamento più approfondito ha fatto scoprire loro che la 78enne non avrebbe potuto essere in giro perchè risultata positiva ai test Covid dal 9 ottobre, quindi una settimana fa.

Avrebbe dovuto rimanere in isolamento domiciliare in attesa degli altri test e senza pericolo di diffondere altri contagi. Il controllo sul marito (rimasto in auto), ha portato ad analogo esito: lui si è risparmiato la multa perchè è rimasto nell’abitacolo e aveva anche una mascherina disponibile. Ma la denuncia per le violazioni delle leggi sanitarie non la toglierà loro nessuno. —


 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi