Giovane alpinista cortinese precipita in parete, è grave

L'incidente è avvenuto mentre con un compagno di cordata stava salendo lungo il versante nord di Cima Ra Zesta

CORTINA

Sono molto gravi le condizioni di un giovane alpinista precipitato oggi, sabato 21 novembre, in un canale durante la scalata di Cima Ra Zesta, tra i Tondi di Faloria e Forcella Marcuoira. G.G., 24 anni, di Cortina d'Ampezzo, stava salendo, primo di cordata, con ramponi e piccozza assieme un amico lungo la parete del versante nord, una prima parte di salti di roccia e poi neve, quando è volato una trentina di metri più in alto rispetto al compagno.

La sua caduta ha strappato tutte le protezioni, compresa la sosta dove si trovava l'amico ed entrambi sono ruzzolati per diverse decine di metri. L'amico, che fortunatamente non aveva riportato grosse conseguenze, è riuscito a dare l'allarme al 118 passate le 9 ed è subito decollato l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore. Individuato il luogo dell'incidente, con un verricello sono stati calati tecnico di elisoccorso e personale sanitario, che hanno subito prestato le prime cure urgenti al giovane, apparso subito in gravi condizioni e incosciente, mentre l'elicottero andava a imbarcare un soccorritore di Cortina in supporto alle operazioni. In contemporanea una squadra del Soccorso alpino e del Sagf di Cortina si è portata al Passo Tre Croci per eventuali altre necessità.

L'infortunato, con sospetto politrauma, è stato imbarellato e recuperato per essere trasportato prima al Passo, dove il medico ha potuto ulteriormente intervenire, e da lì all'ospedale di Treviso. Il compagno è stato portato in ambulanza al Codivilla per le opportune verifiche . 
 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi