Undici classi del Fermi ritornano nei laboratori

Da questa settimana riprendono le lezioni in presenza per sei classi  del tecnico tecnologico e cinque dell’ottico

PIEVE DI CADORE

Buone notizie dall’Istituto di istruzione superiore “Enrico Fermi” di Pieve di Cadore. Dalla questa settimana, undici classi torneranno sui banchi per le attività di laboratorio. Si tratta delle sei sezioni del triennio dell’istituto tecnico tecnologico e le cinque classi del professionale ottico che, con turni accuratamente organizzati tra suddivisioni e rotazioni, potranno sedere nuovamente nei rispettivi plessi scolastici da lunedì.


A comunicarlo è il dirigente scolastico Mara De Lotto, con un proprio comunicato pubblicato sul sito web dell’istituto: «È un buon risultato», dichiara Lucia Nappi, studentessa del quinto anno della scuola per ottici, «è da febbraio che non entravamo più in un laboratorio. Finalmente potremo ritornarci per le discipline specifiche, cioè anatomia, optometria, contattologia e montaggio delle lenti. Per una scuola professionale la teoria arriva fino a un certo punto, poi ci serve necessariamente la dimostrazione e le prove pratiche. Spero di poter recuperare tutto il programma, anche se il tempo è poco».

Un segnale d’incoraggiamento per i ragazzi, che in questo periodo possono vedersi solo attraverso lo schermo; l’attività in presenza infatti, seppure suddivisa tra piccoli sottogruppi, potrà farli incontrare nuovamente».

Soddisfatto anche Diego Zanella, studente della terza del tecnico tecnologico. Le sei sezioni della scuola, a differenza dell’Ottico, hanno potuto accedere in sicurezza ai laboratori anche all’inizio di questo anno scolastico, fino alla sospensione dell’attività in presenza. «Dalla prossima settimana andremo a scuola un giorno intero», spiega Zanella, «e trascorreremo cinque ore in laboratorio. Metteremo in pratica le nozioni teoriche apprese finora nelle discipline specifiche dell’elettrotecnica, cioè Tecnologie e progettazione di sistemi elettrici e elettronici, sistemi e informatica».

Anche l’indirizzo dell’edilizia potrà ritornare nelle aule con i laboratori di progettazione e topografia. Nessuna notizia invece per l’Istituto professionale industria e artigianato Mobile e arredamento di Santo Stefano di Cadore. Per questa scuola, il dirigente scolastico non ha ancora dato il nulla osta per i laboratori di indirizzo. La falegnameria e l’informatica per la progettazione e il design dovranno attendere ancora un po’ di tempo per il rientro in sicurezza, anche se, già con il mese di settembre, si aveva cominciato a recuperare il programma perso durante il lockdown.

Intanto -fanno sapere alcuni alunni dell’istituto - la connessione a internet è parzialmente migliorata, la dirigenza ha fatto potenziare in queste settimane il sistema di rete, raggiungendo un livello sempre più accettabile per poter proseguire con le lezioni online. —

Valentino Suani

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi