Altri due decessi in 24 ore, attivati ad Agordo dieci posti-Covid

A Belluno e provincia sono 197 le nuove positività registrate. Schizza in alto i numero dei ricoverati

BELLUNO. Due decessi e 197 nuovi positivi. Ancora elevati i numeri che riguardano la seconda ondata della pandemia in provincia di Belluno. Schizza in avanti anche il numero dei ricoverati in area non critica nei due ospedali di Belluno e Feltre.

Decessi


Sono due le persone che non ce l’hanno fatta a vincere la loro battaglia con il Covid nelle ultime 24 ore. Si tratta di due donne: la prima, di 74 anni, era ricoverata in Pneumologia a Feltre; l’altra, di 79 anni, era degente della Geriatria di Belluno.

I ricoveri

Otto pazienti in più nelle aree non critiche (da 109 a 117): 71 sono ricoverati al San Martino di Belluno (+7), e 46 al Santa Maria del Prato di Feltre (+1).

Restano pressoché invariati i pazienti degli ospedali di comunità, che ieri erano 65, uno un meno rispetto a lunedì.

Salgono invece a 15 (+1) i ricoveri in Terapia intensiva: 8 a Belluno e 7 a Feltre. Per far fronte all’aumento di degenze, ieri all’ospedale di Agordo sono stati attivati 10 posti letto per pazienti Covid positivi nel reparto di Medicina.

Comuni

Ad Arsiè, ieri i positivi erano 22, uno dei quali risulta ricoverato in ospedale, due le persone in isolamento fiduciario.

A Valle di Cadore, dove ieri il sindaco Marianna Hofer si è sottoposta al secondo tampone di controllo il cui esito arriverà fra qualche giorno, i contagiati sono 37 (-3), 24 gli isolati (+4).

«Ho chiesto all’Usl 1 Dolomiti di rinforzare il drive-in di Tai di Cadore», dice la Hofer, «mentre una dipendente comunale a casa con la febbre è risultata negativa al tampone. Questo vuol dire che si tratta di influenza», precisa la sindaca che poi aggiunge: «Il dipartimento di Prevenzione sta organizzando un secondo tampone di controllo per gli alunni delle elementari in via cautelativa». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi