Più pattuglie grazie a trenta nuovi carabinieri

Sei marescialli e 24 militari (sei le donne) per il comando di viale Europa: sono stati già inviate alle compagnie provinciali

belluno

Tre marescialle su sei e tre carabiniere su 24: è la “pattuglia” rosa fra i nuovi arrivi che andranno a rinforzare le stazioni provinciali dell’Arma . In tutto i nuovi innesti sono trenta: sei marescialli e 24 carabinieri. Un quinto di loro è donna.


L’importante iniezione di unità è avvenuta in questi giorni tra le fila dell’Arma bellunese: si abbassa così l’età media degli operatori, sia nelle varie stazioni dislocate nei Comuni, sia nelle pattuglie in servizio sul territorio.

Da ieri i trenta militari hanno preso servizio e sono stati dislocati nelle varie Compagnie esistenti nel Bellunese, da Cortina a Feltre, da Belluno fino ad Agordo.

Gli organici, dunque, sono stati rimpolpati e questo rinserrare le fila consentirà ai carabinieri di intensificare ulteriormente i servizi di prevenzione sul territorio e di offrire un aiuto maggiore al cittadino in questo difficile periodo di emergenza sanitaria.

I militari sono stati dislocati in tutte le zone: Feltrino, Belluno e Agordo, ma anche nell’alta provincia, con la Compagnia di Cortina e di Santo Stefano di Cadore.

I marescialli affronteranno questa nuova esperienza dopo aver svolto l’iter formativo di tre anni nella scuola di Firenze, mentre i carabinieri hanno concluso nei giorni scorsi il periodo addestrativo di undici mesi nelle varie scuole di formazione dislocate sul territorio italiano.

Per la precisione, questi militari vengono dalla scuola carabinieri di Reggio Calabria. Dopo un breve periodo di licenza, sono pronti a impiegare le loro energie sul territorio bellunese.

Sempre ieri mattina la folta pattuglia è stata ricevuta dal comandante provinciale dei carabinieri, il tenente colonnello Francesco Rastelli, il quale ha rivolto loro un saluto, fornendo le prime indicazioni di carattere logistico e anche operative sul servizio che andranno a svolgere e anche sulle Compagnie di destinazione.

Successivamente hanno raggiunto i singoli reparti per iniziare la loro nuova “avventura lavorativa” sotto la guida attenta dei comandanti di compagnia.

Almeno sei, tra uomini e donne, resteranno a disposizione nella Compagnia di Belluno guidata dal maggiore Cervellera, che li ha incontrati ieri mattina nel piazzale della caserma di viale Europa. —

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi