Una Montagna di Libri: presentata la nuova edizione, si parte in streaming

Nomi illustri e libri di grande interesse nell'edizione autunnale della rassegna. Chiamulera: "Speriamo di poter tornare ad occupare le sale con autori e pubblico". Intanto, dirette su facebook e youtube

CORTINA. “La cultura non si ferma”. E nonostante l’inizio inverno più difficile da molti anni, una grande stagione di incontri con le autrici e gli autori sta per cominciare tra le Dolomiti. Ad inaugurare la stagione di Cortina d’Ampezzo è la ventitreesima edizione di Una Montagna di Libri, la festa internazionale della letteratura protagonista della Regina delle Dolomiti, che dal 2009 raccoglie un pubblico annuale di circa 20mila presenze.

“Può sembrare quasi eretico dire che siamo qui, che non ci fermiamo nonostante la pandemia, che i libri continuano a punteggiare la stagione di Cortina e delle Dolomiti. Ma il 2020 ci ha allenato a non mollare: come dicono gli ampezzani, Mai zéde, mai cedere. Per ora in digitale, con una nuova presenza della tecnologia in supporto alla cultura, e appena sarà possibile e sicuro di persona, con alcune delle voci più interessanti in Italia, in Europa e dal mondo”, dice Francesco Chiamulera, responsabile del festival.

Una Montagna di Libri si prepara a portare a Cortina un programma ricchissimo, con oltre trenta incontri con l’autore tra letteratura, attualità, scienza e arte, su un arco di quattro mesi. La XXIII Edizione si terrà dal 28 novembre 2020 al 4 aprile 2021.

Video. Francesco Chiamulera presenta la nuova edizione

Una Montagna di Libri riparte in streaming, grandi libri e grandi autori



Da Carlo Rovelli a Skin, con la sua autobiografia rock che aprirà l’inverno di Cortina.

Un’edizione nel segno della scienza, della diversità, della fantasia intorno all’arte, quella di Una Montagna di Libri. Dall’incredibile debutto con Carlo Rovelli all’incontro che lancerà la stagione di Cortina d’Ampezzo già il 5 dicembre, quando l’artista internazionale Skin sarà protagonista di un’eccezionale intervista in collegamento tra Londra e il Corso Italia di Cortina, intorno all’autobiografia It Takes Blood And Guts (Solferino).

Dalle voci di grandi scrittori come Peter Cameron, che sceglie Una Montagna di Libri per la prima presentazione italiana, a dicembre, del nuovo romanzo Cose che succedono la notte (Adelphi), ed Emmanuel Carrère con il suo libro di prossima traduzione in Italia Yoga, agli incontri su figure e immagini con Riccardo Falcinelli, sull’arte e Van Gogh con Marco Goldin, sulla globalizzazione e il nuovo corso dell’America di Biden con Federico Fubini. Insieme a pomeriggi di puro divertimento come quello con Massimo Lopez, protagonista di un appuntamento speciale intorno alla propria vita nel teatro.

I contenuti

Ma ecco tutti i contenuti dell’edizione Inverno 2020/21. Una Montagna di Libri sfoglierà le pagine di narratori italiani e del mondo del calibro di Peter Cameron, Emmanuel Carrère, Camilla Baresani, Giovanni Montanaro, Gianluca Nativo, ed il racconto postumo di Valentina Crepax. Porterà in scena la musica , il teatro e le scienze con Skin, Carlo Rovelli, Massimo Lopez, Sante Roperto. Interpellerà protagonisti assoluti dell’informazione e del giornalismo come Catherine Belton, Federico Fubini, Paolo Mieli, Bruno Vespa, Gennaro Sangiuliano, Aldo Cazzullo, Antonio Monda, Andrea Monti, Massimiliano Ossini, Giuseppe Cruciani, Alessandro Russello, Marisa Fumagalli, Paolo Cagnan, Massimo Mamoli, Giovanni Viafora, Alessandro Zangrando, Alessandro Mezzena Lona. Ascolterà le voci della cultura, dell’arte, dello sport come Riccardo Falcinelli, Marco Goldin, Caterina Crepax, Margherita Crepax, Kristian Ghedina, Anthony Marasco. E ancora, Annina Pedrini, Cristiano Corazzari, Gianpietro Ghedina, Vera Slepoj, Paolo Maria Noseda, Sarah Cuminetti, Michele Uliana, Rosa Pompanin, Gianpaolo Zandegiacomo, Luca Vecellio, Sandra Alverà, e molti altri. Il programma completo sarà pubblicato il 14 dicembre.

L’attesa dei Mondiali di Sci 2021.
Una grande giornalista d’inchiesta: Catherine Belton.
E Camilla Baresani rilegge Berto e Flaiano


Forte dei risultati straordinari nel 2020 del proprio canale digitale, cresciuto fino a oltre 600mila visualizzazioni video streaming, per la XXIII Edizione Una Montagna di Libri ha in serbo novità assolute. Il festival darà spazio al libro di una grande giornalista d’inchiesta, Catherine Belton, già corrispondente del Financial Times e autrice di “Gli uomini di Putin” (La nave di Teseo), tenendo accesa una luce in un annus horribilis per i diritti umani violati nel mondo. Festeggerà i Mondiali di Sci 2021 con una storia dei grandi dello sci narrata da Aldo Cazzullo con la partecipazione speciale di Kristian Ghedina. Ricorderà Valentina Crepax e una strana, fantastica famiglia, grazie a Margherita e Caterina Crepax, che presenteranno “Io e l’asino mio” (Bompiani).

E poi, in un incontro di grande valore culturale, farà rileggere le pagine di due splendidi classici italiani appena ripubblicati, Tempo di uccidere di Ennio Flaiano e Guerra in camicia nera di Giuseppe Berto, a Camilla Baresani: temi “maschili”, come guerra, colonialismo, armi, patriarcato, trattati da una scrittrice e giornalista di grande cultura e sensibilità. Per sparigliare rispetto ai ruoli di genere, ma anche per parlare di “cancel culture” all’italiana: è giusto giudicare la morale di ieri con gli occhi di oggi?

Una Montagna di Libri incontrerà grandi personalità dello spettacolo come Massimo Lopez, interpellerà i protagonisti dell’informazione, farà il tifo per Cortina 2021 nell’anno dei Mondiali, con eventi organizzati con Fondazione Cortina 2021. Fra le novità di quest’anno, anche la partnership con il Cortina Digital Forum, neonato forum annuale incentrato su intelligenza artificiale, digitalizzazione delle aree remote, 5G e molto altro, con il quale Una Montagna di Libri organizzerà uno speciale evento nel mese di marzo. E quella con Amnesty International Italia, secondo il motto della storica associazione: “è meglio accendere una candela che maledire l’oscurità”.

Dove: i luoghi del Festival

Appena possibile, Una Montagna di Libri prenderà posto negli spazi pubblici del Palazzo delle Poste e dell’Alexander Girardi Hall. E poi presso lo storico albergo cortinese Miramonti Majestic Grand Hotel, e presso il Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi. Ma Una Montagna di Libri è anche #live, e fornisce a residenti e turisti un servizio continuo, unendo a Twitter® e Instagram® la diretta interattiva degli incontri, attraverso Facebook® e YouTube®.

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi