In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Comuni di confine primo vertice per i nuovi fondi

Gianluca De Rosa
1 minuto di lettura

PIEVE di cadore

Ieri mattina in municipio a Pieve, il presidente del comitato paritetico chiamato a gestire i fondi di confine, Roger De Menech, ha incontrato i dodici rappresentanti istituzionali del Comuni bellunesi a cui verranno destinati i soldi del bando riservato alla macroarea Friuli Venezia Giulia.

L’incontro è stato organizzato in tempi record dal padrone di casa, il sindaco di Pieve Giuseppe Casagrande che si è mosso tempestivamente insieme ai vertici dell’Unione montana di Centro Cadore una volta annunciata la ratifica dell’accordo da parte del ministro per gli Affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, avvenuta giovedì.

Ad ogni Comune bellunese andrà una cifra di poco superiore al milione di euro, suddivisa in due trance la prima della quale, pari a settecentomila euro, da incassare in tempi rapidi. La seconda invece, pari ai restanti 340mila euro, riguarderà un nuovo bando previsto per la primavera.

Ogni Comune avrà novanta giorni dalla pubblicazione del decreto per presentare un progetto, anche se Roger De Menech durante l’incontro di ieri è stato abbastanza chiaro: «L’auspicio è che vengano presentati progetti sovracomunali, in grado di apportare un reale beneficio ad un’intera comunità».

Dodici i Comuni interessati dal bando, tutti presenti al vertice, uniti dal fatto che i rispettivi territori confinano con il Friuli Venezia Giulia: Pieve, Lorenzago, Lozzo, Domegge, Vigo, Perarolo, Ospitale, Longarone, Soverzene, Alpago, Chies e Tambre.

Gli interventi, anche se finalizzati alla realizzazione e all’implementazione di servizi, devono prevedere la destinazione di almeno il 50% del finanziamento alla realizzazione di infrastrutture.

Soddisfatti, dal canto loro, i sindaci dei Comuni bellunesi nelle cui casse si apprestano ad entrare nuove disponibilità considerate fondamentali in questo particolare momento. I rappresentanti istituzionali del Centro Cadore, con la regia dell’Unione Montana, hanno già annunciato che investiranno i fondi disponibili per dare vita ad un progetto comunitario. —

Gianluca De Rosa

I commenti dei lettori