In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Prime medaglie: alle 11 e alle 14.30 la combinata con le stelle Brignone e Bassino

1 minuto di lettura

CORTINA. Dopo la cerimonia inaugurale, Cortina è pronta per le prime gare iridate, purtroppo senza pubblico.
La forte nevicata ha indotto gli organizzatori a invertire le due manche della combinata femminile: si partirà (lunedì 8 febbraio) alle 11 con lo slalom e poi, alle 14.30, le ragazze si sfideranno nel supergigante che deciderà il podio.

Priva della stella Sofia Goggia, infortunata un settimana fa, l’Italia punta su Federica Brignone e Marta Bassino.
«Cercherò di ottenere il massimo in ogni gara e spero di portare a casa qualche risultato», ha dichiarato la Brignone, «So che per riuscirci devo sciare al 100%. In combinata negli ultimi due anni sono stata tra le atlete da battere, ma è una disciplina dove il livello è incredibile».

«Sto molto bene» ha spiegato la Bassino, «C’è un pò di emozione e tensione ma sono tranquilla. Cosa cambia con la slalom prima del supergigante? Se ottieni il miglior tempo in slalom parti con il numero uno, mentre sarebbe meglio partire dopo per guardare qualche discesa. Le rivali? Brignone può far bene, poi Gisin, Holdener e Vlhova».

A guardare con ottimismo alle speranze tricolori ci ha pensato anche il presidente del Coni Giovanni Malagò.
«La medaglia d’oro ai Mondiali ci manca da tempo, stavolta abbiamo molte possibilità», ha sottolineato il numero uno dello sport italiano, «Le ragazze, a prescindere dall’infortunio di Sofia che abbraccio, hanno molte chance. Nella neve in particolare non è automatico che i migliori vincano, ma siamo fiduciosi. Di sicuro questi Mondiali sono un segnale fondamentale per il nostro Paese: c’è una bella atmosfera e tanta neve, per noi è un biglietto da visita strepitoso per i Giochi del 2026».

E martedì si entra già nel vivo, con i due SuperG. —

I commenti dei lettori