Cnsas, soccorsi notturni per due escursionisti

DOMEGGE

Attorno alle 19 di giovedì, la centrale del Suem ha allertato il Soccorso alpino del Centro Cadore per due escursionisti bloccati dal buio in un canale di neve ghiacciata.


Madre e figlio, di 53 e 20 anni, di Treviso, erano partiti per un giro ad anello da Domegge. Saliti al Monte Brente, i due erano poi scesi lungo sentieri innevati a Salon e Pian de la Sala, dove però, ingannati da tracce, avevano sbagliato itinerario finendo ormai tardi in un ripido versante boscato.

Inviate le coordinate, i due escursionisti sono stati geolocalizzati e dieci soccorritori sono partiti dell’abitato di Domegge, risalendo a piedi per circa 400 metri di dislivello, gli ultimi cento completati con i ramponi fissati agli scarponi, fino a raggiungerli. Dopo aver dotato madre e figlio di casco e imbrago, la squadra li ha assicurati e ha attrezzato le calate per riportarli alla base del canale.

Una volta arrivati sul piano, i soccorritori li hanno riaccompagnati al sentiero e da lì a Domegge. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi