Mototerapia in riva ai laghetti: i disabili imparano a pescare e si divertono con Dal Farra

Nuova iniziativa del centauro bellunese assieme a Mattia Cattapan Sei appuntamenti in Veneto, il gran finale a Longarone 

Solidarietà



Pesca e moto: la nuova avventura di Alvaro Dal Farra. Per la precisione si tratta di un’attività portata avanti con CROSSabili e Mattia Cattapan, ex motociclista da enduro, rimasto paraplegico in seguito a un incidente.

Nello specifico si tratta di sei giornate, in alcuni laghetti del Veneto (tra questi Longarone), durante le quali i disabili si avvicinano alla pesca. «Abbiamo coinvolto i ragazzi disabili delle associazioni che si trovano vicine ai vari laghetti», spiega Dal Farra. «Per esempio a Belluno ci sarà l’Assi ad accompagnare i ragazzi».

Dal Farra entra nel merito dell’iniziativa: «È un progetto nato dalla Federazione italiana pesca sportiva e attività subacquea e Mattia Cattapan di CROSSabili, con il mio coinvolgimento. Invitiamo questi ragazzi ai laghetti, ogni di loro viene affidato a un pescatore che lo accompagna alla loro postazione. L’istruttore fa una dimostrazione e pesca una trota dando delle indicazioni. Dopodiché ogni ragazzo inizia a pescare. Vengono pescate circa sette trote e ognuno si porta il pesce pescato a casa».

In questo contesto assume rilievo l’attività di Alvaro Dal Farra: «Durante questi momenti c’è l’animazione mia e di Mattia. Finita la pesca c’è un momento di ristoro, con un piccolo spettacolo con la moto e con un assaggio di moto-terapia».

Con la moto nasce così un’esperienze nuova che poi può anche entusiasmare. Il rider bellunese conclude esprimendo le proprie prime impressioni: «È sempre molto bello. Conoscendoci, i ragazzi quando arrivano sono molto motivati. Ci sono quelli che ci hanno visto più volte, altri che ci hanno incontrato a Natale, quando eravamo andati a fare gli auguri, altri che non ci hanno mai visto».

Alcune cose semplici, per questi ragazzi sono uniche, per molti rappresentano un sogno che si avvera: «Quando vengono in moto c’è sempre molta emozione, si vede che sono felici, è molto bello riuscire in questo».

Due di queste giornate sono già state portate a termine. Ora il programma prevede altri appuntamenti: le prossime date saranno il 2 e 3 marzo a Treville in provincia di Padova, il 12 marzo a San Pietro in Gu, sempre in zona Padova, per poi concludere il 24 marzo con il gran finale bellunese a Longarone. —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Calabria, il video del salvataggio di 339 migranti a bordo di un peschereccio

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi