Borgo Valbelluna, il bike park slitta all’anno prossimo

Il Comune conferma la scommessa sul parco Lotto, deve però arrendersi ai ritardi causati dalla pandemia

BORGO VALBELLUNA. Il bike park al parco Lotto di Trichiana si farà, ma la realizzazione slitta al prossimo anno a causa della pandemia e dei tempi tecnici che stanno subendo dei ritardi.

Si tratta di un’area ludico sportiva nella quale gli amanti delle due ruote potranno cimentarsi in diverse tipologie di “acrobazie”. L’intenzione della giunta Cesa è infatti quella di proseguire con la progettualità, il cui costo ammonterà complessivamente a 130mila euro, di cui quasi 95mila finanziati tramite bando statale “sport e periferie” ed i rimanenti 35mila da privati.


«Il 2021 secondo noi sarà interamente dedicato alla progettazione, mentre il 2022 sarà l’anno in cui inizieremo i lavori, sperando anche di concluderli. Per questo bando dovremo però aspettare la convenzione con il dipartimento dello sport, che avremo modo di sollecitare perché ci teniamo. Da parte nostra accelereremo il più possibile, sapendo anche di doverci tenerci i tempi giusti per fare le cose fatte bene. La scelta di collocare il bike park al parco Lotto è nata perché il sito, nel territorio comunale, è quello che meglio può prestarsi a questa disciplina, che potrà essere praticata sia da giovani e sia da meno giovani», spiega l’assessore alla gestione e valorizzazione del patrimonio comunale Calogero Matteo Trinceri, detto “Lillo” .

Il bike park è un vecchio progetto partito tre anni fa, ai tempi dell’ex Comune di Trichiana, che inoltrò domanda per accedere al bando di cui si diceva all’interno del quale era compresa pure la realizzazione della pista da motocross in località San Felice. Ad ogni modo la scelta del bike park, secondo Trinceri, si dimostrerà vincente: prima di tutto per l’intensa attività sportiva che ne deriverà al parco Lotto una volta che la nuova gestione della Asd Sedico Sport Academy, targata Cristian De Moliner, avrà messo tutti i tasselli al loro posto. Dalla costruzione di un campo da padel, annunciata nei mesi scorsi, alla sistemazione dei terreni di gioco dedicati al volley e al calcetto. La costruzione dello spazio bike verrà quindi affidata ad una ditta specializzata nel settore ciclistico, in modo tale da individuare quali sono le preferenze di chi pratica questo sport.

«Con il nuovo gestore siamo in sintonia assoluta», conclude Trinceri, «tant’è che riteniamo che il parco Lotto possa veramente configurarsi come un’area a forte vocazione sportiva per il territorio. La certezza è che questa pandemia ci porta a pensare che le attività all’aria aperta diventeranno oltremodo importanti e che dovranno avere il loro giusto spazio. All’interno del parco punteremo ad allestire un’altra tensostruttura che consenta l’attività sportiva anche in inverno, rinnovando inoltre anche il riscaldamento in accordo con il nuovo gestore. Una volta sistemati questi aspetti, il parco Lotto potrà spiccare il volo». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi