Contenuto riservato agli abbonati

Carabiniere finito all’ospedale ad Auronzo: i due arrestati patteggiano 5 mesi

Una coppia era finita in manette: i due, oltre a non aver mostrato i documenti, avevano colpito uno dei militari impegnati nel controllo

AURONZO

Due arrestati ad Auronzo. Le manette sono scattate per una coppia che nel tardo pomeriggio di martedì ha mandato all’ospedale un carabiniere della compagnia di Cortina. Prima il rifiuto di fornire le proprie generalità all’interno di un bar, poi all’esterno del locale la resistenza a pubblico ufficiale. Entrambi sono stati fatti accomodare nell’auto di servizio e portati in caserma, mentre il militare è stato medicato alle mani e alle ginocchia al punto di primo intervento dell’ospedale di Auronzo, dopo l’intervento dell’ambulanza.  La prognosi è di pochi giorni, niente di grave, ma sufficienti a configurare il reato. La mattina di giovedì 8 aprile il processo per direttissima, che ha visto i due patteggiare una pena di cinque mesi.

I militari erano entrati nel bar e avevano chiesto i documenti agli avventori, ricevendo un rifiuto. Sarebbe bastato tirare fuori le carte d’identità per evitare guai ma i due indagati hanno persistito nel loro atteggiamento per niente collaborativo. Non è dato sapere se avessero bevuto troppo oppure fossero sobri.  La discussione si è così  spostata all’esterno, dove uno dei carabinieri sarebbe stato colpito e fatto cadere a terra. Al reato meno grave si è aggiunto quello più pesante, che ha giustificato l’arresto e il trasporto in caserma per l’identificazione e tutte le formalità necessarie.  —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi