Limana, il sindaco: «Interrare tutti i cavi fra le case. La salute pubblica va tutelata ovunque»

«Bene il coinvolgimento nel tavolo. Ora sotto con la Scorzè o fermeremo questo progetto»

belluno

Interrare tutta la linea elettrica da La Cal a Polentes e Ricomes. I cavi della Polpet-Scorzè attraversano tutto il centro abitato di Limana, passando fra le case. Un traliccio è proprio accanto alla scuola elementare e all’area ricreativa del paese. Non arretra di un millimetro il sindaco, Milena De Zanet, che si dichiara «moderatamente soddisfatta» per l’esito della riunione con Terna, Regione, Provincia e i Comuni interessati dal progetto di razionalizzazione degli elettrodotti nella media valle del Piave. «Sono soddisfatta perché finalmente siamo stati coinvolti nel tavolo e potremo discutere le nostre istanze. Lo chiedevamo da tempo. Bene anche l’interramento della linea che va a Vellai, anche se ha meno impatto sulla salute dei cittadini. Resta però da discutere l’interramento della Polpet - Scorzè: il tavolo tecnico che sarà convocato a breve servirà proprio a questo». Ed è imprescindibile, per tutti gli amministratori (maggioranza e minoranza sono compatte sull’argomento) che i cavi finiscano sotto terra.




«Non chiediamo la luna, Terna ha dimostrato in altre zone d’Italia che si possono fare interventi di questo tipo», prosegue De Zanet. Determinata a tutelare il suo territorio e i suoi cittadini: «Se non si arriverà a trovare una soluzione che sia positiva anche per Limana, fermeremo questo progetto, facendo tutto quello che potremo nelle sedi opportune. Anche azioni legali».

La posizione del sindaco è sempre stata chiara, ed è stata ribadita nel vertice di martedì: «Quando si discute un progetto strategico, bisogna trovare una soluzione che vada bene per tutti. Capisco le criticità che esistono a Ponte nelle Alpi, ma le decisioni che saranno prese per quel territorio impatteranno sul nostro e noi siamo convinti che la salute pubblica vada tutelata ovunque. Anche a Limana c’è un traliccio vicino alle scuole elementari. Un simile intervento sulle reti elettriche va visto nella sua interezza, non per piccoli tratti».



È la posizione che ha sempre tenuto anche la Provincia: «Finalmente si discute in maniera organica», commenta Simone Deola, consigliere all’ambiente. Ma anche assessore a Borgo Valbelluna: «Per noi è molto importante l’interramento della Polpet - Vellai, che attraversa tutto il nostro territorio», continua. «Ora si lavori per raggiungere lo stesso obiettivo con la linea per Scorzè».

Anche Borgo Valbelluna porterà le sue istanze al tavolo tecnico che sarà convocato a breve con Terna. Provincia che, aggiunge Deola, «ha lavorato moltissimo per ricomporre un quadro che era molto difficile. La strategia di Terna di lavorare per spezzoni aveva creato un’alta conflittualità fra i Comuni. Noi abbiamo fatto un lavoro di ricomposizione, insistendo sempre sulla necessità dell’interramento».



Ottenuto, sotto forma di impegno di Terna, per quanto riguarda la linea Polpet - Vellai (che sarà interrata anche nel tratto fino a Volpago per complessivi 55 km). Tutto da valutare, invece, per la Polpet -Scorzè. «Noi chiederemo che venga interrata tutta la linea che attraversa il centro abitato», conclude il sindaco di Limana. Che, con la sua azione, ha fatto sì che anche Belluno e Borgo Valbelluna siano liberati dai tralicci (almeno di una linea). «Sui progetti strategici bisogna lavorare uniti», conclude. «Solo così si può trovare una soluzione che vada bene per tutti». —



Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi