Precipita con gli sci sugli Spalti di Toro muore pilastro del Soccorso alpino

Il corpo di Ferruccio Svaluto Moreolo è stato ritrovato ieri mattina dopo una notte di ricerche, domani i funerali a Domegge 

domegge

Cade agli Spalti di Toro: muore un conosciutissimo scialpinista. Il corpo di Ferruccio Svaluto Moreolo è stato avvistato alle 6.30 di ieri mattina da un elicottero in fondo a un canalone lungo circa 300 metri, dopo una notte di ricerche da parte del Soccorso alpino e di quello della Guardia di finanza. Sessantadue anni, originario di Domegge, Svaluto Moreolo era guida alpina, presidente del Gruppo rocciatori Ragni di Pieve di Cadore e faceva parte come effettivo anche del Soccorso alpino. Tecnico di elisoccorso per 25 anni e di centrale operativa fino all’anno scorso. Un uomo espertissimo di montagna, con una grande passione per lo scialpinismo.


Mercoledì mattina presto Svaluto Moreolo era partito da solo dalla sua abitazione di Pieve di Cadore per un’uscita con sci e pelli di foca sugli Spalti di Toro, il gruppo montuoso nel territorio domeggese. L’intenzione era quella di raggiungere forcella Segnata e tornare indietro per l’ora di pranzo. Secondo la ricostruzione dei soccorritori, ha parcheggiato la macchina al rifugio Cercenà, perché la strada verso il Padova era innevata, cominciando a salire un po’ a piedi e un po’ con gli sci ed è arrivato a destinazione. L’imprevisto è accaduto lungo della via del ritorno, nel primo pomeriggio. Sulla neve resa durissima dalle basse temperature degli ultimi giorni, dopo un periodo di caldo non si può sbagliare. Non è possibile sapere con precisione cosa sia successo, ma una scivolata improvvisa ha fatto precipitare Svaluto Moreolo nel canalone per almeno 300 metri. In mezzo ai grumi di neve, il politrauma non gli ha lasciato alcuna speranza di salvezza. È morto sul colpo.

L’uomo aveva lasciato detto ai parenti più stretti dove sarebbe andato e le ricerche sono scattate verso le 19.45. Il campo base è stato organizzato proprio al rifugio Cercenà e diverse squadre sono partite in direzione Spalti di Toro con sci da scialpinismo e pelli di foca. Nelle ore successive, si sono uniti il Soccorso alpino di Pieve di Cadore e il Sagf di Auronzo e Cortina con un certo numero di cani, anche molecolari, mentre sul versante friulano si sono mossi Cnsas di Forni di Sopra e Sagf di Tolmezzo.

Le ricerche sono proseguite senza risultato fino alle 3 del mattino, quando tutti i soccorritori sono rientrati. Verso le 6 è decollato l’elicottero dell’Air Service Center, che è convenzionato con il Soccorso alpino per un volo di perlustrazione e anche per trasportare in quota le diverse squadre. Il corpo è stato visto all’imbocco di forcella Segnata, a quel punto è stato fatto intervenire il velivolo del 118 per il recupero. Il medico legale non ha potuto che constatare il decesso di Svaluto Moreolo e avvertire il magistrato di turno. La salma è stata imbarellata e portata prima a valle e poi nella cella mortuaria. La notizia della sua scomparsa si è diffusa molto rapidamente in Cadore e ha provocato un grande dolore, in particolare nei familiari negli amici, tra le guide, nel Soccorso alpino e nei Ragni.

C’è già il nulla osta alla sepoltura da parte della magistatura. I funerali del Ferruccio Svaluto Moreolo si svolgeranno domani, alle 10, a Domegge, nella chiesa parrocchiale di San Giorgio. —



Video del giorno

Incendi in Sardegna, il rogo a pochi metri dalle case di Porto Alabe

Spigola in crosta di pomodorini secchi e pistacchi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi