Contenuto riservato agli abbonati

Domato l’incendio di Pozzale con elicotteri e due Canadair

Le squadre da terra hanno garantito il rifornimento d’acqua e spento le ceppaie. La bonifica è proseguita per tutta la giornata contando sull’arrivo della pioggia

PIEVE DI CADORE

È rientrato attorno a mezzogiorno, quando gli ultimi focolai principali sono stati spenti, l’allarme per l’incendio boschivo a monte di Pozzale, tra il Col Nudo e la Punta di Colio.


Due elicotteri della Regione che pescavano acqua dai vasconi a valle e due Canadair che hanno fatto la spola tra Pozzale e il lago di Santa Croce hanno fatto il grosso del lavoro, mentre da terra avanzavano gli uomini dei Servizi forestali regionali e i volontari antincendio boschivo Antelao e di Soverzene per affrontare lo smassamento e lo spegnimento delle ceppaie ardenti.

La seconda giornata di mobilitazione per l’incendio, scoppiato nel pomeriggio di venerdì, è iniziata ieri appena ha fatto giorno.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Dopo l'eruzione del vulcano sottomarino, a Tonga le onde colpiscono la costa

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi