Contenuto riservato agli abbonati

Vaccini Covid, a Belluno e provincia trenta farmacie hanno detto sì

Lo staff della farmacia di Lentiai

Ma le perplessità sono tante, dalla complessità del corso di formazione alla necessaria presenza di un medico

BELLUNO. Sono una trentina le farmacie bellunesi, su 76 in attività, ad aver aderito alla campagna vaccinale. «Vedremo poi quanti saranno i farmacisti che potranno eseguirla. E altri comunque si possono aggiungere all’elenco», spiega il presidente dell’Ordine provinciale Alessandro Somacal, che lavora a Ponte nelle Alpi. Intanto si comincia la formazione, con un corso ministeriale on line. «Questo corso è una cosa pazzesca», protesta Adriano Zampol, farmacista di Lentiai.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Esorcismo al Santuario di Monte Berico: il racconto dei protagonisti

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi