Acc, una delegazione dei lavoratori ricevuta dal vice ministro Todde  a Roma

Partiti in piena notte, i dipendenti della fabbrica zumellese sono arrivati stamattina, 20 aprile, davanti al ministero dello Sviluppo economico insieme ai colleghi dell'ex Embraco per chiedere garanzie per il progetto Italcomp

[[ge:gelocal:corriere-alpi:belluno:cronaca:1.40172642:gele.Finegil.StandardArticle2014v1:https://corrierealpi.gelocal.it/belluno/cronaca/2021/04/19/news/dolomiti-unseco-tre-donne-in-corsa-per-il-dopo-morandini-1.40172642]]

BELLUNO. I lavoratori dell'Acc di Mel scesi a Roma  questa mattina, martedì 20 aprile, stanno manifestando davanti al ministero dello Sviluppo economico per chiedere un incontro al ministro Giorgetti.

Insieme a loro anche una rappresentanza dei 400 lavoratori dell'ex Embraco coinvolti nel progetto Italcomp per la realizzazione di un polo nazionale del compressore e per i quali il 25 aprile arriveranno le lettere di licenziamento.

In questo momento una delegazione di Acc è stata chiamata dal vice ministro Alessandra Todde al tavolo.  Si attende di capire cosa comunicherà ai sindacati e ai lavoratori di Acc che sperano di capire con urgenza quando arriveranno i soldi per proseguire l'attvità della loro fabbrica, cosa necessaria per poter agganciare il piano Italcomp.

Il vice ministro Alessandra Todde ha spiegato che per i 400 lavoratori dell'ex Embraco il governo mette a disposizione la cassa integrazione che però deve essere chiesta dal curatore fallimentare che deve quindi sospendere i licenziamenti. Su Acc il decreto Sostegno sarà votato da tutte le forze di maggioranza del governo, questa almeno la promessa del governo, e quindi dal 20 maggio sarà convertito in legge e allora si potrà accedere ai fondi, tramite le banche. E c'è l'appello alle banche perché mettano i soldi necessari.

I tempi sono strettissimi, per cui venerdì 23 aprile ci sarà il vertice ministeriale in cui i sindacati insieme al governo firmeranno un documento in cui si metterà nero su bianco gli impegni di far ripartire il progetto Italcomp anche senza pregiudiziali sulla presenza o meno di un soggetto privato forte.

 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi