Primo Maggio in casa di riposo a Belluno per i sindacati

I sindacati alla Gaggia Lante

I rappresentanti dei lavoratori hanno celebrato la giornata scegliendo un luogo simbolo della pandemia

BELLUNO

Primo maggio nel piazzale della Casa per Anziani Maria Gaggia Lante. A Belluno, le sigle sindacali hanno voluto celebrare così la festa dei lavoratori, scegliendo un luogo simbolo del momento storico che stiamo vivendo.

Molti sono stati gli anziani che se ne sono andati a causa del Covid e grande è il sacrificio di chi lavora quotidianamente in queste realtà. Nel corso della mattinata sono stati numerosi gli interventi dei vari rappresentati di Cgil, Cisl e Uil che non hanno mancato di ricordare i momenti duri che hanno toccato il personale sanitario. Particolarmente commovente è stata la testimonianza di una delle operatrici della Casa di Riposo.

Sono stati poi evidenziati i momenti di difficoltà che stanno attraversando alcune realtà della nostra provincia come Ideal Standard e ACC. A tal proposito il sindaco di Borgo Valbelluna ha espresso molta preoccupazione. Il presidente della Provincia Roberto Padrin ha ammonito: «Si tratta di stabilimenti storici che costituiscono un vanto del nostro territorio, con produzioni che negli anni hanno rappresentato il fiore all’occhiello della manifattura bellunese. Oggi sono la linea di difesa da cui cominciare a ricostruire la cultura del lavoro nel nostro territorio, fatta di persone, del loro impegno quotidiano, della loro professionalità e non di fondi stranieri che spolpano l’osso prima di andarsene da un’altra parte».

Video del giorno

Roma, stazione Termini: poliziotto spara alle gambe di un sospetto durante un fermo

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi