Contenuto riservato agli abbonati

Il video sulla transumanza al passo San Boldo fa litigare Zaia e Coldiretti

Bortolas: «Faccia applicare la legge sui pascoli»

BELLUNO. «La legge regionale sulla transumanza è rimasta al palo». Lo ricorda a Luca Zaia, presidente della Regione, la Coldiretti del Veneto, attraverso la bellunese Chiara Bortolas, traendo spunto dal commento che il governatore ha fatto del video di Marina Lea Zaffaroni sui tornanti del passo San Boldo, fra Cison e Trichiana, invasi da un migliaio di pecore circa.

Il video, spettacolare, è finito su tutti i social. «Bello vedere come ancor oggi questo rito antico sia ancora intatto, un rituale del mondo dei pastori che, immancabilmente, ci ricorda quanto anche le cose più semplici possano ancora meravigliare», ha detto Zaia. «Condividiamo la gioia del presidente», ha replicato Bortolas, «ci aspettiamo ora che la legge regionale sulle vie dei pascoli, approvata all’unanimità in Regione, sia applicata subito. Purtroppo la norma è ancora orfana di un assessorato competente».

La normativa è il coronamento di un progetto promosso dalle agricoltrici di Coldiretti – spiega Bortolas, che è vice presidente nazionale di Donne Impresa – e rappresenta una presa di coscienza anche politica di una realtà strategica per la salvaguardia del patrimonio zootecnico, la conservazione delle razze in via d’estinzione per la produzione di formaggi e tipicità locali altrimenti perdute». —


© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Euro2020, il paradosso di Italia-Galles: agli azzurri può convenire una sconfitta

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi