Spiaggia di Miralago, si riparte: a breve la rimozione dei tronchi

Il Comune punta a valorizzare l’unica area turistica attrezzata sulle rive del lago Una volta finita la pulizia delle acque, il primo passo sarà il rilancio dello chalet 

PIEVE DI CADORE

La pulizia effettuata sabato sulla spiaggia di Miralago, in collaborazione con i volontari dell’associazione Plastic Free, ha offerto lo spunto giusto agli amministratori di Pieve per fare il punto della situazione a proposito dell’offerta turistica pensata in vista dell’estate sul lago di Centro Cadore.


Novità in arrivo

Tante le novità in arrivo, a partire dal rilancio dell’omonimo chalet, rimasto chiuso durante la scorsa estate a causa del Covid. La riapertura della struttura ricettiva ad opera del proprietario Guido Lozza permetterà alla spiaggia di Miralago, l’unica “attrezzata” di tutto il lago di Centro Cadore, di rianimarsi per la felicità non sono dei turisti ma anche dei residenti. «L’intervento di pulizia effettuato sabato è stato solo il primo di una serie pensati nel breve periodo per ridare vita e dignità ad un luogo tanto importante quanto strategico», ha spiegato l’assessore Stefano Campi, «il prossimo passo riguarderà la pulizia delle sponde già concordata nelle settimane scorse con i vertici della Provincia. Ho già parlato con il consigliere Massimo Bortoluzzi che aveva effettuato il sopralluogo. Entro la prossima settimana il lago tornerà ad avere livelli di acqua ottimali; a quel punto, come promesso dai vertici provinciali, sarà possibile intervenire per rimuovere soprattutto i grossi tronchi eredità del maltempo invernale che rappresentano un problema dal punto di vista della sicurezza».

Circolo nautico

Nel frattempo, nel processo di rilancio della spiaggia di Miralago un ruolo importante lo riveste il circolo nautico che al momento divide gli spazi della spiaggia con lo chalet di Guido Lozza. «Abbiamo pensato per il circolo nautico una nuova casa, distante poche decine di metri da quella attuale», ha annunciato Campi, «l’idea è quella di riservare agli appassionati della vela una ulteriore spiaggia, distante da quella di Miralago meno di cinquanta metri. L’abbiamo pensata come la spiaggia per gli sportivi mentre quella di Miralago resterebbe ad uso esclusivo dei bagnanti».

Come detto, su tutta l’area del lago di Centro Cadore, la spiaggia di Miralago rappresenta il vero punto di forza: Non ne esiste infatti un’altra fruibile. C’è invece uno chalet alternativo a Miralago, quello situato sul territorio di Calalzo. «Detto di quello che abbiamo pensato per il breve periodo», ha concluso l’assessore Campi, «come amministratori del territorio da sempre molto attenti alle vicende del lago di Centro Cadore, abbiamo iniziato a ragionare su quelle che sono le strategie future: ci stiamo interrogando su come favorire ed incentivare le attività del circolo nautico puntando lo sguardo al 2023 quando sul lago di Auronzo sono previsti i campionati mondiali di canoa e kayak under 23. La madre di tutte le sfide è rappresentata dalla realizzazione della ciclopedonale lungolago che permetterà di raggiungere la spiaggia di Miralago in totale sicurezza anche da chi si trova su altri versanti. Lo sviluppo del lago di Centro Cadore, in tutte le sue componenti compresa la spiaggia di Miralago, rappresenta la scommessa più grande in ottica turistica» . —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Eraclea, spiaggia piena, eliambulanza costretta a calare il verricello, ma il paziente muore

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi