Sp347, chiusura totale da venerdì alle 13 fino a domenica alle 12

Stefano Da Rin Puppel

Tirano un sospiro di sollievo il Taulà dei bos e i ristori al passo per il pranzo di domenica: la posa del bailey non comprometterà il loro lavoro

CIBIANA. Sventato pericolo di chiusura, domenica a pranzo, per il Taulà dei bos, il ristorante caratteristico in centro al paese, e per i ristori al passo. Federico Vicentini, il gestore, temeva di dover rinunciare alle numerose prenotazioni a causa della chiusura della Sp347; invece VenetoStrade ha rassicurato il sindaco Mattia Gosetti che il cantiere per la posa del ponte bailey si concluderà nella mattinata domenicale, entro le 12.

«Sarebbe stata una mazzata unica», ammette Vicentini che fa accomodare gli ospiti nelle terrazze del Taulà, davanti a uno splendido panorama, incombente il Sassolungo di Cibiana. Domenica c’è stata un’invasione di ospiti; molti dei quali, però, hanno poi deciso di prendere il largo perché la cucina del ristorante ha potuto essere organizzata in tre turni, per una trentina di posti alla volta.

«La tarda primavera e l’estate promettono bene», anticipa Vicentini, «speriamo che i due mesi di cantiere sul ponte non compromettano questa ripartenza. Il rischio è per i rifornimenti: non riusciranno a salire i camion di maggiore capienza».

L’altro accesso è da Longarone, lungo la sr 251. L’ordinanza di chiusura totale della strada provinciale 247 parte dalle 13 di venerdì, ma la riapertura verrà anticipata alle 12 di domenica. Venerdì e sabato sarà comunque consentito il senso unico alternato, regolato da impianto semaforico e per le sole autovetture, dalle 19 di sera alle 6 del mattino. Attenzione, però, la chiusura proseguirà il 16 ed il 17 maggio, con l’autorizzazione al senso unico alternato dalle 13 del 16 alle 18 del 17. Ovviamente verrà garantito il transito dei mezzi di soccorso leggeri.

Il cantiere, piuttosto impegnativo, consisterà nell’installazione di un ponte bailey, sostitutivo di quello storico, in ristrutturazione, che dunque verrà chiuso.

«Ringraziamo Veneto Strade che, a seguito di numerosi colloqui con i Comuni di Cibiana e Valle, ha proposto una soluzione accettabile per fare fronte a quella chiusura che altrimenti avrebbe impegnato la strada per oltre due mesi», ha fatto sapere il sindaco Gosetti, aggiungendo che l’opera è essenziale per il collegamento del suo paese con il Cadore. Si è deciso di attivare il cantiere nel fine settimana per evitare disagi pesanti anche alla fabbrica di chiavi, l’Errebi, che accoglie collaboratori anche da fuori paese. 

Video del giorno

Eraclea, spiaggia piena, eliambulanza costretta a calare il verricello, ma il paziente muore

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi