Allarme raggiri a Belluno: chiamata la polizia

Nei condomini sopra l’ospedale segnalazioni su due ragazze aggressive nel proporre nuovi contratti

BELLUNO. «Lei consuma troppo, meglio che ci faccia vedere le bollette». L’anziana non ha abboccato e ha segnalato l’esca alla polizia Ma ieri nella zona sopra l’ospedale, tra le vie San Lorenzo, via Brigata Marche e via Tofane c’è stato un allarme generale tra i residenti dei condomini. Si sono anche passati la voce dopo aver sentito suonare insistentemente il campanello e hanno subito pensato a qualche raggiro o a qualche sopralluogo per futuri furti. È possibile in verità che la coppia fosse davvero in animo di proporre nuovi contratti elettrici, ma l’insistenza e, in alcuni casi anche una cerca aggressività, non mettevano gli abitanti nelle migliori predisposizioni di animo nei loro confronti.

Due le donne segnalate già dalla mattina e che proponevano risparmi nelle bollette dell’energia: una mora, l’altra bionda, entrambe giovani. Le pattuglie non sono riuscite a identificarle, ma hanno effettuato controlli tutto il giorno.

La prima segnalazione c’è stata intorno a mezzogiorno in questura: la Volante ha così fatto un primo giro già dal mattino, alla ricerca di una delle due ragazze. Poi ulteriori passaggi anche nel pomeriggio, sempre tra i condomini del quadrilatero in zona Mussoi alta, quella che scende da via Agordo verso viale Europa.

In via Brigata Marche la ragazza mora con frangetta (come hanno riferito alcuni residenti interpellati insistentemente) e ha iniziato a suonare e citofonare: insisteva di voler accedere agli appartamenti per prendere visione delle bollette luce e proporre nuovi contratti, di sicuro più convenienti. La giovane segnalata era giovane, senza particolari accenti, con capelli mori e frangetta: ha suonato un po’a tutti sui piani dei condomini della strada.

«Un condomino mi ha riferito di metodi aggressivi con minacce di conseguenze economiche gravi» spiega uno degli interessati la cui famiglia si è rivolta alla polizia. I servizi delle Volanti cono continuati anche nel pomeriggio dopo un’altra segnalazione in ordine a un’altra persona, bionda in questo caso, che aveva interpellato i residenti di un’altra via del quartiere, San Lorenzo. Così anche in via Tofana, insomma in un po’ tutta l’area sopra l’ospedale San Martino. Qualche tempo fa, analoga situazione si era verificata nell’area di via Pellegrini, Cavarzano.

«Normalmente queste persone fanno così: spesso non sono persone che vanno a rubare, ma propongono i contratti: bussano alla porta ma lo fanno anche insistentemente. E non è vero che il 31giugno l’elettrico passa al mercato libero perchè c’è la proroga. Meglio stare attenti». Appello analogo della polizia che conferma che ci sia gente in giro che chiede delle bollette.

Video del giorno

Euro2020, il paradosso di Italia-Galles: agli azzurri può convenire una sconfitta

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi