Contenuto riservato agli abbonati

Botte dal fratello della fidanzata: un ragazzo di Alano al pronto soccorso

L’episodio a Cittadella dove la coppia doveva incontrare i parenti della ragazza. La contestata restituzione di alcuni abiti scatena la rissa e l’alanese ha la peggio

cittadella (padova)

Dovevano consegnare i vestiti alla cugina che aveva vissuto con loro e se la prendono con il fidanzato di Alano di Piave della ragazza spedendolo all’ospedale: ferite guaribili in un mese e doppia denuncia. L’aggressione si è consumata in una serata di fine aprile, al termine delle indagini sono scattate le denunce: i carabinieri della stazione di Gazzo – dopo gli approfondimenti necessari – hanno chiuso il cerchio e denunciato un ventenne del posto ed il padre, 56 anni. Il giovane – attualmente disoccupato – è una persona nota alle forze dell’ordine; il papà, invece, fa l’operaio.

I due sono finiti nei guai e si trovano a dover rispondere di accuse pesanti, vengono loro contestati i reati di rapina, lesioni personali e favoreggiamento personale. I fatti al centro della vicenda si sono verificati il 29 aprile scorso a Cittadella. Alle 21. 30 i due denunciati si erano dati appuntamento nel piazzale di un’area di servizio, a Gazzo Padovano, con la cugina e nipote, 19 anni, che risiede a Romano d’Ezzelino, nel vicentino.

La giovane aveva vissuto dallo zio a Gazzo per un periodo. Una convivenza – secondo quanto ricostruito dai militari – segnata da profonde divergenze e accese discussioni, al punto che la situazione era degenerata spingendo la ragazza ad andarsene di punto in bianco, lasciando nella dimora dell’Alta Padovana alcune delle sue cose, soprattutto vestiti. Al momento dell’incontro la tensione è salita ben presto alle stelle: la giovane non era arrivata da sola a Cittadella, ma in compagnia del convivente, 24 anni, di Alano di Piave.

Dopo aver fatto un inventario al volo, alla diciannovenne risultavano mancare all’appello alcuni abiti. Il fidanzato ha fatto in tempo a proferire poche parole e – in tutta risposta – è stato colpito senza troppi complimenti dal cugino della giovanissima. Il ventenne è stato una furia, ha colpito il 24 enne di Alano al volto e al corpo. Non contento, gli ha pure strappato il telefono cellulare e – alla fine – ha minacciato la parente minacciandola di non aprire bocca e non segnalare l’accaduto agli uomini dell’Arma.

Ma il pestaggio è stato decisamente troppo brutale: il ragazzo feltrino è stato costretto a rivolgersi al pronto soccorso di Castelfranco, dopo il violento trattamento che gli è stato riservato. I medici del 118 – dopo gli approfondimenti del caso – gli hanno riscontrato diverse contusioni, compresa la frattura delle ossa del naso. Dovrà riprendersi anche da un trauma cranico e addominale, le ferite sono state considerate guaribili nell’arco di una trentina di giorni. Nel frattempo, chi lo ha picchiato si è beccato alcune denunce e la giustizia penale farà il suo corso.

Video del giorno

Europei, Ronaldo-bottiglietta diventa un tormentone: da Locatelli a Jokic, ecco le risposte

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi