Autovelox, mille multe al mese Veicolo fotografato ai 177 orari

L'autovelox a case Fagherazzi, lungo la Sp1

Automobilista abbonato ai verbali: otto notifiche per settemila euro In aumento le violazioni a Case Fagherazzi: 3.970 da gennaio ad aprile

BELLUNO. Fioccano verbali lungo la Sp1. Aumentano le sanzioni per eccesso di velocità a Case Fagherazzi, dove da novembre dello scorso anno è in funzione un autovelox che pizzica tutte le auto che superano i 90 km orari. Se nel 2020 in due mesi erano state fatte mille e cinquecento multe, nei primi quattro mesi del 2021 i verbali sono già 3.970. Quasi mille al mese. Altre 177 multe sono state fatte per il superamento del limite a Marisiga: il dato è in linea con quello dell’anno scorso, quando erano state registrate circa mille violazioni.

Complessivamente nel primo quadrimestre dell’anno sono state 4.147 le sanzioni per superamento dei limiti registrate dagli autovelox fissi cittadini. Un automobilista è stato pizzicato per otto volte a viaggiare oltre i limiti di fronte all’autovelox di Case Fagherazzi. Ha accumulato verbali per circa settemila euro, in un caso è stato “fotografato” mentre transitava sulla Sp1 a 177 km/h.

I numeri

«Delle 4.147 violazioni », spiega il comandante della Polizia Locale, Roberto Rossetti, «oltre tremila sono superamenti del limite fra uno e dieci km all’ora, una violazione che non comporta la decurtazione di punti dalla patente e prevede una multa di 29,40 euro, se pagata entro cinque giorni».

Mille automobilisti sono stati pizzicati a viaggiare ad una velocità compresa fra 10 e 40 km/h in più rispetto al limite; undici tenevano una velocità fra 40 e 60 km/h più del limite; due viaggiavano ad oltre 60 km/h in più rispetto al limite. Considerata la tolleranza, significa che due auto viaggiavano sulla Sp1 attorno ai 160 orari. «Pensavamo ci fosse un calo delle multe dopo i primi mesi a Case Fagherazzi, invece non è accaduto», commenta Rossetti.

Sulla strada come in pista

Il caso limite è quello di un uomo domiciliato a Belluno che, a bordo di un’auto con targa estera, è passato otto volte oltre i limiti di velocità sulla provinciale della Sinistra Piave. E sempre in orario notturno (fra le 22 e le 6).

In sette casi l’uomo viaggiava a una velocità compresa fra 130 e 150 orari, il 28 aprile alle 5 del mattino è passato davanti all’autovelox a 177 km/h. «Credo sia folle viaggiare a quelle velocità», afferma Rossetti. «Poco distante c’è un centro abitato».

Viste le ripetute violazioni, l’auto era tenuta d’occhio dalla Polizia locale. Il proprietario è stato individuato e i vigili gli stanno notificando i verbali. L’uomo ha accumulato multe per settemila euro. Se dichiarerà che era lui al volante gli verrà sospesa la patente. Se non lo farà dovrà pagare 291 euro in più per ciascuna multa. In quel caso dovrà pagare circa 9.300 euro.

«Casi come questo dimostrano l’importanza degli autovelox», conclude il comandante Rossetti. «Quell’auto era un pericolo».

Video del giorno

Euro2020, il paradosso di Italia-Galles: agli azzurri può convenire una sconfitta

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi