Contenuto riservato agli abbonati

Dolomitibus verso la normalità: sabato partono le corse estive per il mare e la montagna

Subito la linea per Jesolo, domenica sarà avviato il servizio per le Tre Cime, il 26 giugno quello per Cortina con le bici e il primo luglio bus anche per la Marmolada

BELLUNO. Dolomitibus si prepara, vista anche la zona bianca in cui è entrato da ieri il Veneto, a ripristinare fin da subito, con l’entrata in vigore dell’orario estivo previsto per lunedì prossimo, tutte le corse e i collegamenti del periodo pre-Covid. Un assaggio di normalità che tutti si augurano possa durare a lungo. Resta, per ora, il rispetto della capienza sui mezzi al 50%.

Le corse estive

Da sabato partirà, prima fra tutte, la “linea mare” verso Jesolo che sarà attiva tutti i giorni della settimana fino al 5 settembre. Si tratta di un servizio che coinvolge le varie vallate dolomitiche: dalla Feltrina alla Cadorina fino all’Agordina per poi convogliare le corse a Belluno da dove parte il collegamento verso la località veneziana. Il servizio viene svolto anche quest’anno in accordo con la società Atvo di San Donà di Piave. La prenotazione online è fortemente consigliata visti i posti contingentati, anche se presentandosi all’ultimo momento, non è detto che qualche spazio libero ci sia ancora e in questo caso sarà l’autista a fare direttamente il biglietto sulla corriera. Possibile l’acquisto dei ticket sia alla biglietteria di Dolomitibus che a quella della Atvo.

I servizi per le Dolomiti

Prevista fin da subito anche la partenza delle corse verso le Dolomiti. Il collegamento Calalzo-Cortina-Misura con le bici partirà il 26 giugno, seguiranno il servizio per le Tre Cime di Lavaredo già da domenica, e il primo luglio quello per la Marmolada. Si tratta anche in questo caso di collegamenti giornalieri per tutta la durata dell’estate, sperando che questa stagione sia più stabile della primavera che sta per concludersi dove la pioggia l’ha fatta da padrona.

«Siamo contenti di poter ripartire confermando quello che avevamo nella nostra proposta prima dell’arrivo dell’emergenza sanitaria», dicono da Dolomitibus. «Non ci sono corse nuove particolari: è già bello avere le corse che coprono tutta la provincia». Infatti, l’anno scorso non solo i servizi per le Dolomiti erano partiti tardivamente, ma anche l’orario estivo era stato introdotto in ritardo a causa proprio della situazione epidemiologica. A inizio luglio erano state attivate delle corse e poi altre erano state aggiunte in corso d’opera. «Le condizioni ora sembrano essere favorevoli: si dovrà fare attenzione per la riapertura delle strade vista la quantità di neve abbondante ancora presente in quota».

Il servizio scolastico

Terminato anche il servizio scolastico con le corse raddoppiate. Da ieri, infatti, le due ditte private che erano state chiamate di supporto per garantire il trasporto scolastico hanno ultimato la loro operatività. Ad oggi non è previsto, invece, a differenza dello scorso anno, il rimborso degli abbonamenti non usufruiti per alcuni mesi dai ragazzi perché a casa in didattica a distanza. «Per quest’anno, il governo non ha previsto alcun ristoro, come invece è stato per l’anno scolastico 2019-2020».

Video del giorno

Sei tori in fuga lungo i binari a Roncade: due recuperati, quattro abbattuti

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi