Funivia Faloria, si sale dall’11 Impianto tutto rinnovato in un intero anno di lavori

CORTINA

Riparte l’estate di “Cortina skiworld”, il consorzio di impianti a fune di Cortina, San Vito, Auronzo e Misurina.


«È il rilancio tanto atteso», dichiara il presidente Marco Zardini, «dopo una stagione invernale molto complicata che ha visto tanta neve e pochi impianti aperti».

Proprio a causa delle abbondanti nevicate della stagione trascorsa, e dell’attuale presenza di coltre bianca in quota, gli impianti a fune hanno subito diversi ritardi nelle riaperture. Venerdì aprirà la funivia Faloria, che parte dal centro di Cortina e arriva ai 2.120 metri di quota. È aperta dal 29 maggio, solo nel fine settimana, la cabinovia che sale a Col Drusciè che sarà invece attiva quotidianamente dal 19 giugno con la funivia che poi porta a Ra Valles. Stessa data per l’apertura degli impianti in Cinte Torri. Sempre dal 19 giugno aprono Piè Tofana-Duca d’Aosta e Duca d’Aosta-Pomedes. Dal 12 giugno, invece, si potrà scendere lungo la pista di fun bob di Auronzo, al cospetto delle Tre Cime.

Nel mese di giugno aprirà anche il Lagazuoi con la stagione più lunga: fino al 24 ottobre. La seggiovia Gilardon-Socrepes, infine, aprirà dal 3 luglio.

Durante questi mesi di chiusura, tanti sono stati i lavori di rinnovamento. La funivia Faloria è stata completamente rinnovata: la scorsa estate l’impianto è stato fermo ed è stato rifatto sia per quanto concerne le cabine e sia per quanto riguarda i meccanismi di sicurezza.

Con un investimento di 1,3 milioni è stato posizionato un secondo motore automatico che funge da ulteriore garanzia di sicurezza per un eventuale recupero delle cabine. Se il primo motore avesse un guasto, entrerà automaticamente in funzione il secondo senza creare disagi agli utenti.

La funivia è anche dotata di un’innovativa dorsale radio con il sistema wi-fi, per la comunicazione tra le stazioni (monte/intermedia/valle), i veicoli di automazione e le sicurezze.

Torna poi nella Regina delle Dolomiti, come in tutte le 12 vallate che compongono il Dolomiti Superski, la possibilità di acquistare il “Supersummer”. Per tutti gli utenti di questa tessera, siano essi biker o solo pedoni, sono a disposizione numerose tipologie di ticket per l’utilizzo degli impianti di risalita, studiate per soddisfare le varie esigenze. Sugli impianti si può portare la bicicletta e poi pedalare ad alta quota.

Si tratta di tessere a valore in vari tagli, caratterizzate da una alta flessibilità nell’utilizzo, adatte soprattutto a chi si muove nella Dolomiti Hike Galaxy.

Il panorama dell’offerta ricomprende inoltre le tessere a tempo (giornaliera, 3 su 4 giorni a scelta, 5 su 7 giorni a scelta, stagionale) per un utilizzo più frequente degli impianti di risalita e dei relativi bike parks nelle varie aree vacanza delle Dolomiti. Le tessere si possono acquistare anche on line per evitare code alla cassa sul sito di Dolomiti Superski. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Euro2020, il paradosso di Italia-Galles: agli azzurri può convenire una sconfitta

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi