Contenuto riservato agli abbonati

Alpago, da Carota a Sant’Anna tra musica e natura: un percorso di 24 km da scoprire con l’app

Inaugurato dalla sezione Cai il “Sentiero della sensibilità”. Presenta anche due tratti adatti alle carrozzine dei disabili

ALPAGO. Il primo “Sentiero della sensibilità”. 24 chilometri, da percorrere anche in audio (musica), con tanto di app da scaricare sul cellulare, dalla località Carota, sopra Pieve d’Alpago, fino a Sant’Anna, sulle alture di Tambre. Non è un progetto, ma una realtà. È stato inaugurato domenica, a cura del Cai dell’Alpago, alla presenza, fra gli altri, del vicepresidente nazionale Francesco Carrer e di quello regionale Renato Frigo. Parte da quota 986 metri e si alza fino a 1260, per un dislivello complessivo di 900 metri. Già il nome richiama il suo possibile utilizzo: per tratti è percorribile dai diversamente abili, attraverso una rete di strade e sentieri preesistenti.

Il sentiero presenta diversi punti d’incrocio con le carrozzabili che salgono da valle, risultando perciò sempre accessibile. San Martino d’Alpago, Degnona, Funes, Cruden, Pian Formosa, Casera Pal e Pianon sono i punti d’accesso intermedi al sentiero e che consentono di vivere questa esperienza in più tappe, gustandosi a pieno la tranquillità e il fascino di questi luoghi. In particolare il “Sentiero della sensibilità” presenta due tratti dove è possibile il passaggio di carrozzine per persone disabili: il primo da Carota alle vicinanze di San Martino e il secondo da Malga Cate a Pianon.

TRATTI PER CARROZINE

Il tratto che da Carota porta a 1km dall’abitato di San Martino presenta il manto a tratti asfaltato e a tratti sterrato con presenza di ghiaia. Si consiglia di percorrerlo con carrozzine idonee. Il percorso presenta una lieve difficoltà, in prossimità del Col Panigal, dovuta all’attraversamento di un guado con sfondo cementato seguito da una rampa asfaltata: è consigliata la presenza di un accompagnatore. Il tratto tra località Cate e Pianon si presenta totalmente asfaltato con quota pressoché costante. La strada ha un’ampia carreggiata e una frequentazione moderata di veicoli.

WEB APP

L’applicazione “Sentiero della sensibilità”, scaricabile gratuitamente dallo smarthphone, permette, in prossimità dei punti di interesse, di accedere a contenuti multimediali quali audioguide, musiche, testi, foto e video che arricchiranno in modo unico e coinvolgente l’escursione di quanti vorranno intraprenderla. Informazioni naturalistiche, culturali e paesaggistiche sensibilizzeranno l’escursionista durante la scoperta dei lati nascosti, delle curiosità e delle opportunità offerti da questo territorio. Allo stesso tempo la geolocalizzazione consentirà di verificare la propria posizione nel sentiero.

PERCORSO MUSICALE

L’itinerario musicale permetterà all’escursionista di immergersi in una delle sinfonie simbolo delle montagne: “Sinfonia delle Alpi’’. Il capolavoro di Strauss accompagnerà l’escursionista durante varie tappe del suo cammino, facendogli meglio cogliere quelli che sono i forti legami musica–montagna e uomo-natura. Le immagini e i video consentiranno di visualizzare particolari nascosti lungo il sentiero e molte altre meraviglie che rendono unico e affascinate il territorio in cui il sentiero si sviluppa.  

Video del giorno

Incendi in Sardegna, il rogo a pochi metri dalle case di Porto Alabe

Spigola in crosta di pomodorini secchi e pistacchi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi