Contenuto riservato agli abbonati

Gli ascensori per il centro di Feltre chiusi fino al 30 novembre

Scatta da oggi la chiusura degli ascensori di Campo Giorgio per l’accesso in cittadella, in concomitanza con l’avvio del cantiere di riqualificazione della zona del Belvedere, la terrazza panoramica che si affaccia sulla città da via Beccherie

FELTRE. Scatta da oggi la chiusura degli ascensori di Campo Giorgio per l’accesso in cittadella, in concomitanza con l’avvio del cantiere di riqualificazione della zona del Belvedere, la terrazza panoramica che si affaccia sulla città da via Beccherie. Strada interessata a sua volta, perché sarà vietato il transito sia ai veicoli che ai pedoni nel tratto compreso fra la porta dell’Ufficio anagrafe e appunto il Belvedere.

L’ordinanza è valida fino a metà dicembre, mentre lo stop agli ascensori è previsto fino al 30 novembre. Se da un lato parte un altro intervento importante all’interno delle mura antiche, atteso da tempo su un’area a cui i cittadini sono da sempre affezionati, rimasta interdetta per anni e che adesso verrà sistemata come merita, dall’altro lato ci sono da mettere in conto i disagi per la salita in centro storico senza gli ascensori. Un aspetto che ha visto negli ultimi giorni il botta e risposta tra la minoranza consiliare di centrodestra – critica sulla tempistica dei lavori – e l’amministrazione che sta organizzando un servizio alternativo per il centro storico durante l’estate, almeno dal venerdì alla domenica.


In ballo c'è un progetto da oltre mezzo milione di euro di importo complessivo (per la precisione 514 mila 364 euro), che rientra nel pacchetto di opere del Gold Ring (quello nel quale è compresa la ristrutturazione del teatro La Sena) finanziato nelle annualità 2010 e 2011 con i Fondi di confine. Ad occuparsi dei lavori di sistemazione della zona del Belvedere è la ditta Cosvem di Castelfranco Veneto. Nell’ambito del cantiere, c’è da tenere presente che in occasione di manifestazioni in centro storico che impediscono la circolazione in via Mezzaterra, verrà posizionato un semaforo che preveda il verde in discesa per chi esce dal centro storico e il rosso per chi sale da via Valderoa presso porta Imperiale. Ci sarà quindi l’obbligo di svolta a sinistra per i veicoli in uscita da porta Imperiale verso largo Castaldi-via Garibaldi. Inversione di marcia in via Mezzaterra nel tratto compreso fra l’uscita da piazza De Boni fino a salita Dal Corno e obbligo di svolta a destra per i veicoli in discesa lungo quel tratto di via Mezzaterra all’incrocio con salita Dal Corno. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Incendi in Sardegna, il rogo a pochi metri dalle case di Porto Alabe

Spigola in crosta di pomodorini secchi e pistacchi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi