Lasciato dalla compagna porta in tribunale l’altro

SAN VITO

Lui, lei e l’altro. Con l’altro che è accusato di aver tormentato lui ed è finito in tribunale per le ipotesi di reato di minaccia, violenza privata e percosse. Una situazione delicatissima, che richiede l’anonimato. Lui ha anche ritirato la querela, ma questo non basta per una sentenza di non doversi procedere, perché la violenza privata è procedibile d’ufficio.


La deposizione di lui è stata, a tratti, drammatica e il giudice Riposati non se n’è perso una sillaba: «Ho avuto un figlio da lei e dovevo pur sempre continuare a fare il padre, anche quando la storia è finita. Ma l’altro ha fatto di tutto per impedirmelo. Anche tamponandomi con l’auto, la cui targa ricordo benissimo. Non ho mai reagito, nemmeno quando mi ha colpito con una manata al volto e minacciato». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Il rinoceronte operato di cataratta: per Hugo un'anestesia che ucciderebbe 14 persone

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi