Contenuto riservato agli abbonati

Luoghi della Memoria, un avvio a rilento. «Finora è mancato il turismo dei gruppi»

La Pro loco vede però i numeri in ripresa e confida in agosto; e in settembre sul Vajont dovrebbe tornare la pedonata

BELLUNO. Dopo un avvio a rilento entra nel vivo la stagione del turismo ai luoghi della memoria del Vajont. In luglio le presenze sono buone mentre la pandemia e le incertezze del periodo stanno ridefinendo alcune iniziative legate al ricordo del disastro.

MUSEO E PORTALE

L’associazione Pro loco tiene aperto il portale del cimitero di Fortogna e il museo “attimi di storia”. Dopo il buon riscontro del 2020 sono tornate le visite guidate periodiche a museo e alla chiesa di Longarone. «Pensavamo meglio in giugno, appena riaperto tutto», dicono dalla Pro loco, «la gente ha iniziato a spostarsi solo a luglio, al contrario dello scorso anno quando l’afflusso era stato buono anche il mese prima. Abbiamo avuto domeniche con buoni numeri. Sicuramente manca il turismo delle comitive, perché arrivano con bus e agenzie: queste però sono limitate dai numeri ridotti della capienza e dalla difficoltà di pranzare con grandi gruppi. Speriamo quindi di fare bene a luglio e agosto». Le visite guidate “non solo museo” partono dal centro culturale di Longarone, in piazza Gonzaga, con ritrovo 15 minuti prima. Il gruppo può avere una dimensione massima di 20 persone. La prenotazione è obbligatoria al numero 0437770119 oppure alla mail info@prolocolongarone. it.

DIGA

Situazione analoga per quanto riguarda il coronamento della diga del Vajont, sotto la gestione del Parco naturale delle Dolomiti friulane. I numeri sono in crescita in particolare nelle ultime settimane. In questo caso il sistema viene penalizzato dal fatto che si può prenotare solo con un anticipo di due settimane (per esempio ora non si può prenotare per il mese di agosto) tramite il portale online VivaTicket. Tra breve, dal 24 luglio, partirà il periodo in cui le visite guidate saranno quotidiane con 9 turni dalle 10 alle 14. È possibile comunque fare delle visite più ampie, anche nei dintorni del sito, contattando il Parco al numero 042787333.

FONDAZIONE

Luglio è un mese importante anche per la Fondazione Vajont che si appresta a cambiare volto con la nomina del nuovo direttore. Nei mesi scorsi sono arrivate una dozzina di candidature, anche da fuori provincia. Dopo i colloqui selettivi, la commissione composta da membri del cda ha ora individuato una terna di nomi. Nelle prossime settimane quindi uscirà la figura del direttore che dovrà segnare un nuovo corso per l’ente. Si pensa anche ad un cambio di statuto, in particolare per non far identificare necessariamente la presidenza con il ruolo di sindaco di Longarone, svincolando così Roberto Padrin dati i suoi tanti impegni.

PEDONATA

L’associazione “Vajont, il futuro della memoria” dopo lo stop del 2020 vorrebbe confermare l’edizione 2021 della pedonata “Percorsi della memoria” prevista per domenica 26 settembre. Si sta valutando un limite massimo di 3000 persone, partenze libere e cancellazione del pranzo in fiera. La volontà c’è ma la situazione pandemica, con le varianti e i contagi in altalena, rendono tutto dubbio. Si attendono conferme anche da parte di prefettura e istituzioni preposte. Entro la fine del mese la decisione definitiva.enrico de col

Video del giorno

Italian Tech Week 2021, la conference con Elon Musk e i protagonisti dell'innovazione

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi